domenica, Marzo 3, 2024

GP Las Vegas: graining e deroghe mancate non spaventano la Ferrari

La prima giornata di lavoro sul tracciato di Las Vegas per la Ferrari è andata in archivio. Il venerdì non s’era aperto nel migliori dei modi a causa di un problema sulla vettura n°55 di Carlos Sainz: in pieno rettilineo, in ottava marcia, il motore ha di colpo prodotto un rumore sinistro. Un messaggio d’allarme (engine off) s’era acceso sul volante costringendo lo spagnolo a parcheggiarla in pista. Sono bastati pochi minuti per capire che la SF-23 non era la causa dello stop forzato.

Il problema è dipeso dalla pista tant’è che i commissari hanno chiuso la tenda del palcoscenico anzitempo. Grazie ad un’analoga situazione verificatasi sulla Alpine di Esteban Ocon è stato possibile appurare che alcuni tombini sporgevano troppo dall’asfalto danneggiando le vetture. Una situazione analoga a quella vissuta a Baku qualche anno fa. Da qui la chiusura anticipata delle Fp1 che rappresenta, inutile girarci intorno, il fallimento di un modello tutti lustrini e poca sostanza.  

Ferrari SF-23
Carlos Sainz soffre il problema meccanico a bordo della sua SF-23 – Fp1 – Gp Las Vegas 2023

Con un’ora in meno di lavoro agli uomini in rosso e a tutti gli altri protagonisti è rimasta una sola sessione nella quale è stato necessario recuperare il tempo perso con un programma extra compresso. Seduta alla quale rischiava di non prendere parte lo sfortunato spagnolo. Frédéric Vasseur, dopo quanto accaduto in Fp1, aveva spiegato i fatti: “Abbiamo danneggiato completamente il telaio, il motore, la batteria. Penso che sia semplicemente inaccettabile. Non credo nemmeno che Carlos prenderà parte alle seconde libere”.

La dilazione temporale ha permesso di rimettere in sesto la SF-23. Ma non senza strascichi che, per come sono andate le cose, sembrano una beffa. Oltre che assumere i contorni del ridicolo. Sulla vettura di Sainz sono state sostituite molte parti, tra cui la batteria. Cosa che mette in sanzione la Ferrari che non potrà beneficiare di nessuna deroga. Quindi Sainz avrà penalità. Il principio è chiaro: deve essere applicato il regolamento anche se il danno è stato causato da un oggetto esterno. Carlos partirà con dieci posizioni di penalità, una potenziale mazzata nella corsa al secondo posto.


Ferrari: la SF-23 si adatta subito al tracciato di Las Vegas

Archiviata la questione relativa ai tombini e a tutto ciò che ne è scaturito, alle 2:30 di notte è ripresa l’attività su una pista fredda (15°C l’asfalto, ndr) e poco gommata. Sessione abbastanza indecifrabile con i team a fare lavoro differente in momenti diversi. Cosa che ha condizionato gli esiti finali con una Ferrari in ogni caso emersa in maniera piuttosto brillante. Leclerc e Sainz hanno messo in riga il plotone. 78 i giri totali effettuati da Charles e Carlos che hanno iniziato il turno con le gomme Soft usate negli unici quattro giri effettuati nella prima sessione, ottenendo, rispettivamente, 1’38”917 e 1’39”891.

I due hanno quindi migliorato scendendo a 1’38”325 e 1’38”537 prima di rientrare per montare un nuovo set di pneumatici morbidi con il quale Carlos ha centrato il crono di 1’36”984, migliorato in seguito con 1’36”742, e Charles che ha fermato i il tempo su 1’37”229 scendendo poco dopo a 1’36”660. Sainz e Leclerc hanno poi installato un ulteriore set di morbide facendo segnare di nuovo i tempi migliori, con il monegasco in 1’35”696, prima, e in 1’35”26, poi. E con lo spagnolo in 1’35”821 per poi conquistare la seconda posizione in 1’35”782. Negli ultimi venti minuti del turno la squadra si è concentrata sul lavoro in configurazione gara caricando carburante: nel complesso Charles e Carlos hanno percorso 39 giri ciascuno.

Gp Las Vegas, Ferrari: l’analisi di Frédéric Vasseur

L’analisi della sessione ferrarista è affidata a Frédéric Vasseur che non poteva non partire dalla vicenda che ha coinvolto, suo malgrado, Carlos Sainz. “Certo, sono stato a parlare con loro. È una sensazione strana per noi, perché prima di tutto non penso che abbiamo fatto qualcosa di sbagliato. Dobbiamo pagare un prezzo enorme per questo. Abbiamo avuto una penalità mentre stiamo lottando per il campionato: dieci posizioni sono un grande colpo”. Queste le osservazioni del team principal quando gli è stato chiesto se la Ferrari avesse effettivamente chiesto una deroga.

Ora dobbiamo cercare di evitare di pensarci, di fare il miglior lavoro possibile. Abbiamo un buon passo, dobbiamo essere concentrati sulle qualifiche e poi fare una buona gara. Non abbiamo tempo per discuterne“. Ferrari vuole restare concentrata su ciò che è nel suo diretto controllo. Anche perché nessuno dei rivali ha potuto perorare la causa di Sainz: “Non credo che potrebbe essere una decisione da prendere da parte delle squadre. Poi, se qualcuno si spingesse nella direzione opposta, è un’altra storia“.

Ferrari
Frederic Vasseur, team principal della storica Scuderia Ferrari

La Ferrari, dando sfoggio di grande reattività, è stata in grado di rimettere in pista Sainz grazie ai meccanici e allo spostamento delle seconde libere che si sono tenute a notte fonda in una Las Vegas avvolta dal silenzio di tribune forzatamente svuotate dalle autorità locali. “Non abbiamo provato a fare il record di montaggio della macchina. Ma di sicuro è stata una grande sfida, perché abbiamo dovuto cambiare il telaio, il motore, la batteria e il cambio. È stato un buon lavoro da parte dei meccanici”.

Di positivo, alla fine di una giornata pazza, c’è che Charles Leclerc ha dominato la sessione e Sainz ha chiuso alle sue spalle in seconda posizione. “Sappiamo che qui è un po’ come Monaco o Baku: è un weekend lungo e dobbiamo costruire le prestazioni durante il fine settimana. Sappiamo che ci sarà graining, ma fin qui è andato tutto bene. La pista migliorerà molto di più rispetto a oggi“.

Sono note le difficoltà della Ferrari a gestire termicamente le coperture Pirelli. La sfida, a maggior ragione, è più ardua con temperature così basse. Quindi serviranno ulteriori conferme per parlare di un weekend in discesa che, comunque, sarà condizionato da un Sainz penalizzato di dieci posizioni al via. Vero che la pista si presta ai sorpassi, ma su un cittadino ad altissima velocità i rischi si moltiplicano.


Gp Las Vegas, Ferrari: parlano Leclerc e Sainz

Charles Leclerc: “È stata una giornata molto differente dal solito. Con le prove libere 1 concluse dopo appena quattro giri, abbiamo dovuto fare più chilometri possibile nella seconda sessione, nella quale abbiamo avuto a disposizione 90 minuti potendo sfruttare quattro treni di gomme. Il turno è stato produttivo perché siamo riusciti a completare un buon numero di giri e mi sono divertito a guidare. Per ora sembra che siamo abbastanza competitivi, ma il weekend è ancora lungo. Abbiamo tempi molto stretti per prepararci per domani, quindi lavoreremo sodo per mantenere questo stato di forma“.

Ferrari SF-23
Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) a bordo della sua SF-23 – Fp2 Gp Las Vegas 2023

Carlos Sainz: “È stata una giornata movimentata per noi dopo il problema con il tombino nelle prove libere 1. La squadra però ha fatto un grande lavoro dal momento che ha dovuto ricostruire per intero la mia macchina prima della seconda sessione. Grazie a loro siamo riusciti a completare il programma e quindi un grande plauso a tutti i meccanici. Sembra che siamo competitivi questo weekend e quindi guardo con fiducia a domani“.

Ovviamente l’aspetto più negativo è la penalità di dieci posizioni che mi è stata inflitta in vista della gara. Nell’urto, oltre al resto, si è infatti danneggiato anche il pacco batterie e abbiamo dovuto sostituirlo. Onestamente fatico a capire e credo che un’eccezione alla regola sarebbe stata da prendere in considerazione visto quanto era successo, ma dovremo comunque accettare questa situazione“.


Autore: Diego Catalano – @diegocat1977

Foto: F1, Scuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Bahrain
nubi sparse
16.1 ° C
16.1 °
13.1 °
52 %
3kmh
79 %
Dom
21 °
Lun
22 °
Mar
22 °
Mer
22 °
Gio
21 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings