domenica, Giugno 23, 2024

Gp Las Vegas 2023/Analisi on board Fp1 Ferrari SF-23: Sainz “rompe” la vettura per un bump, sessione sospesa anzitempo

Le due Ferrari SF-23 proveranno a dare il massimo in questo ventunesimo fine settimana stagionale, terzo a stelle e strisce. La pista presenta caratteristiche che dovrebbero avvicinarsi non poco all’impostazione preferita della rossa: tanti rettilinei dove poter liberare tutta la potenza del propulsore 066/10, curve da 90° a bassa velocità di percorrenza per sfruttare la trazione in uscita, una sola piega in appoggio rapida, campo di battaglia tecnica mal digerito dalla vettura italiana.

Per quanto concerne la messa a punto della monoposto parliamo di carico basso. I tecnici di Maranello hanno scelto un’ala posteriore stile Monza. L’obiettivo mira a massimizzare l’EOSS e la reattività sul front end. Si tratta del pacchetto aerodinamico con il quale l’auto modenese riesce ad esprimersi al meglio. Questo perchè, oramai lo sappiamo alla perfezione, quando la downforce al retrotreno è troppo alta in automatico l’anteriore va in sofferenza.

Ferrari SF-23
ala posteriore Ferrari SF-23 – Gp Las Vegas 2023

Per quanto concerne il tracciato c’è un altro fatto positivo per il Cavallino Rampante da non sottostimare. Il Las Vegas Street Circuit non presenta particolari bump. Al contrario la conformazione molto liscia del piano di riferimento (asfalto) consentirà al reparto dedicato alla dinamica del veicolo di utilizzare altezze da terra consone al progetto 675. Un ride height ridotto che consentirà la corretta generazione della spinta verticale prodotta dal fondo.


Ferrari SF-23/live on board: Fp1 Gran Premio Las Vegas 2023

Quando mancano poco più di dieci minuti all’inizio di questa prima sessione di prove libere del week end, all’interno del garage Ferrari tutto è pronto per scendere in pista. I ferraristi stanno ricevendo le ultime indicazioni, quest’oggi ancora più importanti considerando l’assenza totale di feedback racimolati in passato. Ne mentre sono in atto i consueti controlli alle vetture: power unit, sistema frenante, trasmissione e impianto ibrido.

Le condizioni meteo sono buone, in linea con la media annuale del periodo. Cieli sereni: 17,°C la temperatura dell’aria, 19,°C quella dell’asfalto. Umidità al 66%, 1.1 Km/h l’intensità del vento che soffia dal quadrante nord occidentale. Ci siamo, tutto è pronto. I “due Carlo” sono a bordo delle proprie vetture in attesa del semaforo verde. La pista è piuttosto fredda e senza dubbio molto green. Pertanto saranno molto delicati i primi giri per quanto riguarda il warm up delle mescole.

Semaforo verde. Ambedue le Ferrari SF-23 abbandonano la corsia box con le Pirelli a banda rossa. Si utilizza una particolare mappatura per attivare le mescole, il cambio è settato al solito: GX position 3. SI lavora parecchio per immettere l’energia sufficiente nelle gomme, pratica non troppo semplice qui a Las Vegas. Il programma di lavoro della rossa è abbastanza chiaro: girare il più possibile per la raccolta dati.

Purtroppo però la numero 55 “tira le cuoia” dopo 4 tornate. La vettura di Sainz perde potenza e si spegne in rettilineo: “stop the car, engine off” il messaggio sulla dashboard. Carlos è pertanto costretto ad abbandonare la sua Ferrari anzi tempo. Di certo un inizio difficile per lo spagnolo. Come detto in precedenza la pista è molto verde. Pertanto attendiamo ancora qualche giro per commentare con più giustezza il comportamento della rossa. Nel mentre possiamo sostenere che il bilanciamento pareva abbastanza buono.

Ferrari SF-23
la Ferrari SF-23 di Carlos Sainz viene rimossa dalla pista in seguito all’avaria tecnica sofferta nelle Fp1 . Gp Las Vegas 2023

Al momento non possiamo ancora sapere se si tratta di un problema relativo alla power unit. Questo perchè osservando quello che è successo non possiamo escludere un problema alla trasmissione. La bandiera rossa è stata esposta per dar modo ai commissari di rimuovere l’auto emiliana. Secondo quanto sostiene la F1 il problema sofferto dal ferrarista è stato provocato da un bump in rettilineo. Per questa ragione, a scopo precauzionale, la direzione gara ha deciso di stoppare definitivamente la sessione che non ripartirà, a quanto pare.

In effetti, osservando con attenzione l’on board della rossa, si nota come a seguito dell’avvallamento la SF-23 vada in blocco preventivo con il propulsore che si spegne. In quel tratto della pista la velocità di percorrenza è molto alta. Parliamo di un “nasty bump” per dirla come gli inglesi che senza dubbio andrà rimosso. A seguito di un’approfondita ispezione, si trattarsi della cornice ricoperta di asfalto che tappa un tombino. Senza dubbio l’ennesima figura barbina, per dirla così, dell’organizzazione statunitense…


Autore: Alessandro Arcari – @berrageiz

Immagini: Scuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo coperto
19.5 ° C
19.7 °
18.6 °
93 %
3.6kmh
100 %
Dom
22 °
Lun
21 °
Mar
26 °
Mer
24 °
Gio
21 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings