domenica, Marzo 3, 2024

Racing Bulls VCARB 01/Analisi Tecnica: pull-rod, primo braccio rialzato. Reshaping inlet side-pod

Nuova era marketing Racing Bulls VCARB 01“. L’ultima nata di Faenza ha senza dubbio un nome assai bizzarro, merito di strategie finanziarie per racimolare vantaggi economici non da poco. Ma non dobbiamo certo fermaci alle apparenze, in quanto la scuderia di proprietà Red Bull vuole fare le cose in grande. Una rivoluzione importante a livello organizzativo, con diversi “up-grade umani” per rafforzare il gruppo di lavoro.

Per il resto, in questa terza annata dell’attuale corpo normativo che regola le wing car, l’ex Alpha Tauri non mostra solamente un cambio di livrea. A livello tecnico sono infatti diverse le novità che si possono osservare tramite l’unveiling. Senza ulteriori preamboli, pertanto, gettiamoci nella primissima analisi tecnica dedicata alla vettura che pretende realizzare un chiaro step in avanti durante l’imminente campagna agonistica di F1 edizione 2024.


Racing Bulls VCARB 01/avantreno: nuovo schema pull-rod, drop ala più graduale

Il muso della VCARB non cambia molto e permane il medesimo collegamento al main plain. Su altre monoposto, invece, abbiamo visto come si tende a staccare dal profilo principale per incrementare la portata d’aria verso il fondo della vettura. L’ultimo flap aggiuntivo è differente, ma già nelle prime gare potremmo vedere qualcosa di diverso. La corda del flap aumenta nella parte centrale, quando nella scorsa stagione era più costante lungo la larghezza.

Racing Bulls VCARB 01
ala e uso Racing Bulls VCARB 01

Il drop sull’ala vecchia era più circoscritto alla zona adiacente all’end-plate, mente nella nuova versione è meno “netto” e più graduale. L’end-plate pare lo stesso. Dal punto di vista sospensivo arriva un grosso cambio di tendenza, in quanto anche sulla neonata vettura è presente lo schema pull-rod, cinematica attenzionata ieri, parlando dei principali vantaggi dal punto di vista aerodinamico, in quanto soffre un disturbo minore con tale soluzione.

Benefici offerti dalla disposizione del tirante nello spazio e, contestualmente, dalla riduzione in termini di dimensione. Inoltre il telaio più basso si adatta meglio alla disposizione della componentistica interna, quali barre anti rollio, di torsione e rocker.
Il così detto wishbone superiore è stato inclinato maggiormente sulla VCARB 01. ottenendo un grado di anti-dive maggiore. Un andamento di parecchie vetture di questo campionato.

Racing Bulls VCARB 01
sospensione anteriore Racing Bulls VCARB 01

Anche la cinematica è variata, con entrambi i triangoli che presentano una dissimile orientazione nello spazio. Sono infatti inclinati verso l’alto, mentre sulla vettura 2023 erano più orizzontali. I tecnici sono riusciti a ottenere questa sistemazione alzando l’attacco lato telaio del primo braccio del triangolo superiore, come anche altre scuderie ci hanno fatto vedere nelle recenti presentazioni.


Racing Bulls VCARB 01/parte centrale: inlet pance ridotto, vassoio allungato, componenti interne miniaturizzate, bombatura inedita

Anche nella parte centrale notiamo un allineamento ai concetti correnti nel Circus. La sezione d’entrata delle bocche è stata ridotta e allungata orizzontalmente nella forma. Vediamo inoltre che il lembo inferiore dell’inlet propone un prolungamento creando una sorta di vassoio. Le pance che non dovrebbero essere quelle definitive, palesano una forma più rastremata per aumentare quanto possibile il volume dell’undercut.

Racing Bulls VCARB 01
fondo Racing Bulls VCARB 01

Nella loro sommità troviamo due piccoli deviatori di flusso che hanno il compito di generare strutture vorticose di ridotta dimensione che ritardano il distacco della vena fluida. Per di più, dalle immagini emerge una “bombatura” inedita sulla pance che evidenzia la presenza di una vasca nella parte superiore a differenza di altri team che per il 2024 l’hanno eliminata. Un provvedimento simile era già presente il campionato passato anche se decisamente meno visibile.

La componentistica interna sembra invariata considerando i volumi simili, parliamo di una probabile miniaturizzazione senza variar lo schema interno degli elementi. Il disegno del fondo non appare molto diverso dalla Alpha Tauri AT04. Il cono anti-intrusione laterale rimane “affogato” nel volume del pavimento. Sul bordo tagliente del marciapiede notiamo un estrattore laterale già testato, anche se in maniera differente, nel 2023.

Tale componente era inglobato all’interno di un dispositivo che estrae fluido lateralmente e viene alimentato dalle cosiddette “streakes” sotto al fondo (quattro permesse dal regolamento). Il sistema espande il fluido generando carico centrale. Inoltre notiamo che sul bordo è stato ricavato un profilo longitudinale sostenuto da quattro sostegni.

Racing Bulls VCARB 01
pance Racing Bulls VCARB 01

Appendice aerodinamica che gestisce il fenomeno “edge vortex’. La lunghezza di questo profilo tuttavia è stata ridotta. Al momento non fa presenza il piccolo tirante nella parte finale del pavimento davanti alle ruote posteriori. In linea di concetto le pance della VCARB 01 propongono un chiaro downwash, mantenendo una conformazione che suddivide in maniera chiara le due direzioni dei flussi.


Racing Bulls VCARB 01/retrotreno: push-rod invariato, diffusore non definitivo

La sospensione posteriore resta invariata, ricalcando la cinematica introdotta a Singapore simile alla Red Bull RB19. Il triangolo superiore è inclinato verso l’avantreno, mentre il secondo braccio lo è verso l’alto. In altre parole l’attacco lato telaio è rialzato. Il puntone del sistema push-rod fu allungato e ancorato in maniera differente, lato scocca, a Marina Bay. Sebbene sia difficile comprendere le ragioni, con ogni probabilità è una questione di posizionamento interno delle componenti.

Racing Bulls VCARB 01
posteriore Racing Bulls VCARB 01

Dell’ala posteriore vedremo più versioni nel corso del prossimo campionato a seconda dell’utilità richiesta nei vari layout. Nella versione attuale si mantengono il tagli tra main-plain e flap mobile in stile Alpine, la quale aveva introdotto tale soluzione che poi ha fatto scuola già a Montecarlo 2023. Racing Bulls propone anche una vista del diffusore che però va presa assolutamente con le pinze trattandosi di un render.

Il disegno del bordo resta lo stesso, con un angolo di raccordo verso il muro laterale del diffusore. Un schema copiato da Red Bull che permette una migliore estrazione dei flussi d’aria. Tra le varie scuderie meno abbienti la monoposto denominata VCARB 01 pare senza dubbio mostrare una chiglia assolutamente più sviluppata. Purtroppo però, senza immagini precise dal basso congetturare a livello tecnico non è possibile.


Autore: Niccoló Arnerich – @niccoloarnerich  

Immagini: Visa Cash App RB F1 Team

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Bahrain
poche nuvole
19 ° C
19.5 °
14.1 °
57 %
3.9kmh
13 %
Dom
21 °
Lun
22 °
Mar
22 °
Mer
22 °
Gio
23 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings