lunedì, Maggio 20, 2024

Il gap reale tra Ferrari e Red Bull

Ferrari continua a inseguire Red Bull. Nel mentre, l’ultima mirabolante intervista dell’austriaco più simpatico del globo, dove il nostro afferma che la differenza la fa l’olandese e non l’ultima monoposto partorita dal genio del buon Adrian Newey, potrebbe passare pure fra le cose che non lasciano traccia e non particolarmente rilevanti. Tuttavia è domenica, non c’è un Gran Premio, siamo un poco annoiati, ci stiamo stiracchiando prima di fare un poco di corsetta lungo le saline di Carloforte e tutto fa brodo.

D’altronde, da quando lo vediamo bazzicare in F1 lo storico consulente della scuderia di Milton Keynes ha sempre avuto il pregio di essere coerente con se stesso: carta vetrata grana 40. Dote tutto sommato non disprezzabile, la coerenza, in un mondo di porte girevoli. E il “buon” Helmut non manca mai di ricordarci quanto sia urticante, specie quanto parla di Ferrari: esattamente come un felino incazzato attaccato ai nostri testicoli con le unghie a rasoio. Immagine orrorifica soprattutto per noi maschietti, ma credo assai efficace.

Ferrari Red Bull
Helmut Marco, consulente del team Oracle Red Bull Racing

Tuttavia non è detto che fra tutto quello che dice non si possa trovare qualcosa di vero. E’ merce rara, ma forse basta cercare con un poco di attenzione. Veniamo ad esempio alla sua più recente intervista, sempre che non me ne sia persa un’altra, perché vedete il nostro, per esser uno che parla poco, lo fa tantissimo. Intervistato dalla testata austriaca OE24, Marko analizza il Gran Premio del Giappone e da un certo punto di vista fa una dichiarazione sorprendente che andremo a ponderare nel prossimo blocco dell’articolo.


Ferrari è meno distante da Red Bull di quanto pensiamo?

Le considerazioni di Helmut Marko sul mondo Red Bull, dicevamo, inerenti al valore di Verstappen in relazione al mezzo meccanico sul quale, ogni domenica di gara, poggia le natiche per annichilire i competitor. “Queste sono sempre state le mie parole: abbiamo una buona macchina, ma poi Max fa ancora una volta la differenza. A Suzuka tutto era chiaro, ma Verstappen ha realizzato questo incredibile giro veloce con gomme usate”. Non concentriamoci sulla parte finale “sborona”; il nostro dice chiaramente che il valore intrinseco della monoposto è quello espresso da Perez. Sempre molto alto, ma certo lontano da quello di Max.

E’ interessante il suo ragionamento, perché potrebbe certificare che la monoposto partorita da Cardile & co. (Ferrari SF-24) potrebbe essere meno distante, in valore assoluto, di quanto si pensi. E forse anche per questo si potrebbe capire perché in casa Red Bull stiano sfornando molte evoluzioni. Dove sta la verità? La RB20 “vera” è quella di Max o quella di Perez. Come in tantissime cose, credo che la verità stia nel mezzo. Il valore dei bolidi colorati blue racing non sarà forse estremo come si pensa, ma neanche quello del messicano originario di Guadalajara, buon pilota ma di certo non un campione.

Ferrari Red Bull
Helmut Marko e Max Verstappen chiacchierano all’intento del box Red Bull Honda

E, d’altronde, per vincere servono appunto i campioni, quindi alla fine a noi interessa che Max guida una Red Bull e che la combinazione, allo stato attuale è micidiale e semplicemente imbattibile. Tornando alla parte finale della frase sopra riportata, arriva lo zuccherino di Marko per il suo “assistito” numero uno, Max Verstappen, relativa al giro veloce assai devastante per tutti gli altri. Marko in merito aggiunge: “Non lo ha fatto per divertimento, ma per trasmettere il suo messaggio: ‘Ciao, il resto di voi è lì solo per arrivare secondo!”.

Ecco, qui appunto torna il solito super simpaticone che tanto “amiamo”. Ciò malgrado, non disperiamo. Tutti i domini prima o poi finiscono. Padre tempo insegna in tal senso. E magari potrebbe accadere che, in questo caso, finiscano prima di quanto si pensi per mano della storica scuderia Ferrari. Magari. Nel caso, non vedo l’ora di vedere la faccia di Marko. Resto in trepidante attesa. Nel frattempo provo a scaldare qualche vecchio muscolo per fare qualche chilometro di corsa non troppo pesante. Buona domenica!


Autore: Mariano Froldi – @MarianoFroldi

Immagini: Oracle Red Bull RacingScuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Miami
nubi sparse
27.2 ° C
28.3 °
26.1 °
82 %
3.1kmh
75 %
Lun
34 °
Mar
32 °
Mer
29 °
Gio
29 °
Ven
28 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings