lunedì, Maggio 20, 2024

Sprint Qualifying: Ferrari, priorità alla gara. Set di medium risparmiato

Ferrari non ha ottenuto quello che voleva. Le due SF-24 hanno dato senza dubbio il massimo, ma, a differenza di Norris, Hamilton e Alonso, non sono state capaci di ottimizzare la prestazione durante la fase finale della qualifica. Medesimo discorso per la Red Bull che con Verstappen, prima delle due RB20, partirà solamente in quarta posizione. Un week-end di gara che ha rispettato le attese in merito alle tante incognite presenti, alle quali la pioggia ha pensato di aggiungere una cifra al valore dei dubbi. Saranno contenti quelli di Liberty Media. Non vedevano l’ora…

Senza dubbio Ferrari non si aspettava che le condizioni metereologiche potessero cambiare così repentinamente. Una situazione difficile da gestire in F1, specie quando non si è preparati. Charles Leclerc ha commesso una sbavatura per lui fatale nella Q3. Il monegasco, nell’outlap, ha spinto troppo perdendo il controllo della sua vettura ed è finito fuori pista, sopra la ghiaia, sbattendo contro le barriere. Dopo un rapido check del muretto è stato pertanto richiamato ai box. I meccanici hanno sostituito l’ala anteriore e contestualmente le gomme, montando sulla numero 16 un nuovo treno di mescole Intermedie. Tale condizione all’interno del contesto competitivo non ha di certo aiutato.

Ferrari Vasseur
Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) – SF-24

Al contrario ha costretto il ferrarista ad effettuare un tentativo push meno. La concentrazione in questi casi scema, in quanto tenerla ai massimi livello non è semplice considerando l’extra pressione sofferta. Charles si deve pertanto accontentare della settimana piazza alle spalle di Perez. Il suo compagno, Sainz, decisamente più prudente, ha svolto un’ultima parte della sessione classificatoria più costante. L’iberico ha cercato di ottimizzare il rendimento, sebbene alla fine della Q3, in radio, abbia fatto sapere quanto fosse difficile amministrare il posteriore della sua Ferrari. Alla fine un quinto posto dietro a Verstappen per lui.


Vasseur svela la strategia Ferrari improntata sulla gara

Vasseur commenta con tranquillità la sessione, sostenendo che l’aderenza della pista era davvero bassa. Scenario che ha reso molto difficile l’attivazione delle mescole. Il manager di Draveil ricorda come fosse la prima volta in stagione che si disputava una fase classificatoria in tali condizioni. Ricoprire l’asfalto con il bitume non ha certo aiutato, questo il pensiero del francese sul quale dargli torto è impossibile. Il team principal della Ferrari non fa troppi drammi e ricorda come in questi casi si possa imparare tanto in merito al rendimento dell’auto e delle mera gestione. Il week-end d’ora in poi sarà asciutto, per questo la rossa si concentra già alla mini gara di domani.

Scegliere come preparare la Sprint Race era già complicato senza la pioggia, figuriamoci farlo adesso. Vasseur ricorda l’assenza di pacchetto dati consistente per la Cina, in quanto erano ben 5 anni che la F1 non passava da queste parti. Ciò malgrado tale contesto vale per tutti e pertanto alla rossa non resta altro che realizzare un ottimo lavoro per essere più veloci degli altri. Le chiacchiere stanno a zero, contano i fatti. Fred parla della strategia scelta sulle gomme, poiché Ferrari è stata l’unica scuderia delle top a mantenere un set di gomme Medie e uno di Hard da utilizzare nelle gare.

Ferrari Vasseur
Frederic Vasseur, team principal della storica Scuderia Ferrari)

Un beneficio che il transalpino pensa di poter far pesare, in quanto avranno una scelta in più rispetto ai diretti avversari. Il briefing che verrà svolto in serata sarà molto importante in tal senso, perché senza dubbio azzeccare la decisione sulle gomme potrebbe fornire un vantaggio alle due SF-24. Questo il pensiero del sempre ilare ex Alfa Romeo. Le scuderie andranno un po’ alla cieca e come detto i riferimenti sui quali “aggrapparsi” sono davvero minimi per la giornata di domani. La Sprint Race sarà un’ottima opportunità per fare punti ma, al medesimo tempo, servirà per “imparare” tanto. Accumulare i giusti feedback da usare durante la consueta gara domenicale, per esempio.

Vasseur svela poi un fattore molto importante. Ai microfoni delle emittenti televisive, infatti, ricorda come sin dall’inizio del fine settimana la Ferrari abbia posto priorità sulla gara della domenica. Da qui le scelte sulle gomme effettuate quest’oggi. In ultima istanza possiamo fare un ragionamento. Il team di Maranello sta facendo la corsa su Red Bull e domani, nella prima delle due corse del Gran Premio della Cina, gli alfieri della rossa avranno la possibilità di scattare negli scarichi delle RB20, per continuare a tallonare da vicino una scuderia che, come la Ferrari, oggi ha dimostrato di non essere immune alla pressione.


Autore:  Alessandro Arcari – @berrageiz 

Immagini: Scuderia Ferrari F1TV

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Miami
nubi sparse
27.2 ° C
28.3 °
26.1 °
82 %
3.1kmh
75 %
Lun
34 °
Mar
32 °
Mer
29 °
Gio
29 °
Ven
28 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings