domenica, Giugno 16, 2024

F1, Mercedes conferma lo step prestazionale in avanti di Imola

Imola, 7° round di F1, ha confermato che il gap Mercedes dalla vetta è ancora consistente. La W15 non è in grado di battagliare con Red Bull, Ferrari e McLaren che a loro volta stanno evolvendo le rispettive monoposto. La gara nello storico tracciato intitolato a Enzo e Dino Ferrari, ha evidenziato una suddivisione prestazionale netta delle monoposto. Alle spalle delle Verstappen, McLaren e Ferrari, le frecce nere e grigie corrono nella terra di nessuno, in quanto alle loro spalle senza i guizzi di Fernando Alonso, l’Aston Martin sembra perdere terreno.

In nessun momento della gara si è avuta la sensazione che Russell o Hamilton potessero chiudere il delta su Sainz, ultimo tra le cinque monoposto di testa, in quanto Perez è tornato ad essere il pilota della seconda parte della scorsa stagione. I dati raccolti nella prima tappa europea del mondiale 2024 sono molto preziosi, in quanto la gara non è stata neutralizzata da VSC/Safety Car e le condizioni metereologiche sono state costanti nell’arco dell’evento. Questi per dire che, senza fattori esterni, la numero 44 di Lewis ha incassato un distacco di 35 secondi dal vincitore, sotto la bandiera a scacchi.

In termini matematici un gap sul giro di poco più di mezzo secondo per ogni tornata rispetto al un grandissimo Max Verstappen. Alla fine il sesto e settimo posto finale è un magro bottino per il team Mercedes in F1. Specie se paragonato all’inizio promettente del fine settimana. C’è poi un altra questione che da fastidio. Osservando il rendimento della McLaren un po’ di lecita invidia sulle vetture spinte dall’unità turbo-ibrida della Stella a tre punte esiste, in quanto da due gare a questa parte, le monoposto color papaya stanno lottando per la vittoria.

Mercedes F1
Confronto classifica costruttori 2024 vs 2023 dopo 7 GP – Credit: @robertofunoat

Per non parlare del confronto sulla scorsa stagione dopo i primi sette Gp in calendario. Il team diretto da Toto Wolff ha raccolto poco più della metà dei punti della passata campagna, fattore che non fa dormire sogni tranquilli. Un confronto davvero imbarazzante, se si pensa che i piloti della Mercedes erano saliti tre volte sul podio 12 mesi fa. Mentre quest’anno il miglior piazzamento è il quinto posto colto da George Russell nel Gran Premio inaugurale del Bahrain, se si esclude il secondo posto di Lewis Hamilton nella F1 Sprint in Cina.

F1, Mercedes: Hamilton non fa drammi, Russell si sacrifica per il team

Per Hamilton si è trattato dell’ultimo Gran Premio di Imola nelle vesti di avversario, in quella che è a tutti gli effetti la pista di casa della Scuderia Ferrari. Secondo il pilota nativo di Stevenage la sua gara è stata comunque buona, nonostante una sbavatura alle Acque Minerali che poteva danneggiare seriamente il fondo della sua Mercedes W15 . Lewis si è detto soddisfatto dal passo gara e sostanzialmente contento del risultato conseguito, dopo aver effettuato una buona partenza che gli ha consentito di superare Yuki Tsunoda e seguire da vicino in compagno di squadra.

Nonostante il consuntivo della trasferta italiana non sia all’altezza di Mercedes, il Re Nero crede che sia stato fatto un piccolo passo avanti in questo week-end, mascherato dallo step prestazionale compiuto da McLaren e Ferrari. Il sette volte campione del mondo di F1 non vuole arrendersi e spera che i prossimi aggiornamenti possano aumentare le prestazioni della W15. Dall’esterno la sensazione è quella di un pilota in pace con sé stesso, avendo dato tutto per l’attuale team, ma che non vede l’ora di iniziare la sua prossima ed eccitante sfida professionale con il Cavallino Rampante.

Mercedes F1
Un sorridente Lewis Hamilton (Mercedes) ringrazia i fan italiani al termine del GP di Imola 2024

Per quanto riguarda George Russell, possiamo dire che pilota inglese ha effettuato a scopo precauzionale un secondo pit mentre precedeva Lewis Hamilton. Il giovane pilota inglese ha poi spiegato che il team nutriva qualche preoccupazione, riguardo alla possibilità che la gomma Hard non fosse in grado di portare sino al traguardo la sua Mercedes. Alla fine dei conti, le frecce d’argento intarsiate di nero sono arrivate sotto la bandiera a scacchi in ordine inverso. Tuttavia, con la gomma più fresca, Russell ha potuto marcare il crono più veloce della gara portando in dote il punto aggiuntivo al team.

Analogamente ad Hamilton anche secondo il pilota King’s Lynn il distacco da McLaren e Ferrari resta invariato, mentre appare ridotto il gap rispetto a Red Bull e distanziato il midfield alle proprie spalle. Non è chiaramente il genere di risultato desiderato dalla scuderia tedesca di F1, ha ammesso Russell, tuttavia il britannico è grato a tutti i membri del team, tra Brackley e Brixworth, che stanno lavorando duramente per apportare miglioramenti necessari. Servirà certamente di più per cercare di insidiare le monoposto che li precedono.

F1, Mercedes: Wolff fa buon viso a cattivo gioco

E’ inutile girarci intorno, Mercedes è in grossa difficoltà da quando è stato introdotto il regolamento tecnico nel 2022. Un solo acuto in quel di Interlagos due anni orsono, e per il resto una serie infinita di cocenti delusioni. Le aspettative alla vigilia di Imola erano alte, ma sembra proprio che le W15 non riescano ad uscire dalla terra di nessuno. Wolff deve necessariamente fare buon viso a cattivo gioco. Secondo il manager austriaco non è stato possibile apprezzare in termini di risultato il passo avanti realizzato.

F1 Mercedes
Toto Wolff, team principal e co-proprietario della scuderia Mercedes

Secondo il viennese uno step è arrivato, ma non in questo fine settimana non si è visto perchè i diretti competitor hanno portato diversi aggiornamenti alle rispettive monoposto. Il CEO del team Mercedes è consapevole che c’è ancora molto lavoro da fare e di come sia frustrante concludere la gara in posizioni poco nobili della classifica. Ciononostante, il team principal spera che di ottenere con ulteriori modifiche guadagni incrementali nelle prossime gare della stagione, per riuscire ad avvicinarsi ai top team e finalmente lanciarsi in questa lotta al vertice all’inseguimento del benchmark della categoria: Red Bull.


Autore: Roberto Cecere – @robertofunoat 

Immagini: Mercedes AMG F1 Team – F1Tv

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo coperto
17.4 ° C
17.9 °
15.8 °
55 %
2kmh
100 %
Dom
21 °
Lun
29 °
Mar
33 °
Mer
33 °
Gio
33 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings