GP Abu Dhabi 2019-Gara: Hamilton in scioltezza, Verstappen batte Leclerc

0
Bozza calendario 2020: 5 Gp europei a porte chiuse
Lewis Hamilton festeggia alla termine del GP di Abu Dhabi 2019

Lewis Hamilton vince in scioltezza il GP di Abu Dhabi, davanti a Max Verstappen e Charles Leclerc. Ripercorriamo insieme l’intera gara.

Ultimo via della stagione che in testa scorre regolare, con Hamilton a tenere la prima posizione tranquillamente. Ottimo anche lo spunto di Leclerc che guadagna su Verstappen, ma non abbastanza per passarlo. Dietro, Gasly resta preso in mezzo fra le due Racing Point. E’ costretto a fermarsi ai box per cambiare l’ala anteriore. Un peccato per il francese che si giocava il sesto posto nel Mondiale Piloti con Sainz. Nel primo giro, Leclerc riesce a passare Verstappen, ci prova anche Vettel nel secondo rettilineo ma l’olandese si difende bene, all’interno.

Dalla direzione gara viene comunicato che non i piloti non potranno usare il DRS per un non meglio specificato problema tecnico. Intanto, Bottas rimonta rapidamente e al nono giro è già decimo. Nella stessa tornata il primo pit stop della gara di Norris. Poco dopo, a Leclerc viene detto via radio di spingere al massimo e lui si lamenta di vibrazioni alle gomme in sterzata, ma dal box lo tranquillizzano. Al 12esimo giro si ferma Ricciardo, partito, come Vettel, unico fra i piloti davanti, con la gomma rossa.

E’ un segnale rivelatore: infatti, alla tornata successiva, si fermano entrambi i piloti Ferrari con un pit stop in contemporanea. Quello di Leclerc, entrato per primo, fila via liscio; mentre per Vettel problema al fissaggio dell’anteriore sinistra che lo costringe fermo per 6”9. Il monegasco rientra in pista in quarta piazza e Sebastian ottavo. Vettel immediatamente passa Perez che tenta un’inutile replica. Bel sorpasso di Sainz su Ricciardo, ma lo spagnolo taglia la chicane successiva ed è costretto a restituire la posizione, la 14esima, a Daniel. Leclerc, intanto, fa segnare il giro veloce in 1’41”938.

Vettel prova a superare Bottas, prima in curva 8 e poi in curva 11, ma senza riuscirci e resta quinto. Al 18esimo passaggio, il DRS viene abilitato all’uso. Intanto, Hamilton, che ancora non ha effettuato la propria sosta, continua a far segnare un ottimo passo gara, seppur lamentandosi per il surriscaldamento degli pneumatici. Intanto, c’è un contatto fra Giovinazzi e Kubica, con il polacco a stringere per opporsi. Al 26esimo giro, Verstappen si ferma ai box: sosta velocissima e rientro, come previsto, alle spalle di Charles Leclerc, ossia in terza posizione. Anche Hamilton farà lo stesso alla tornata successiva, realizzando poco dopo il giro più veloce in 1’41’070.

Nel frattempo, Verstappen riduce il suo gap da Leclerc.  Al 30esimo giro, sosta anche per Valtteri Bottas che torna in pista in sesta posizione. Due giri dopo, Verstappen supera Leclerc in curva 8 portandosi in seconda posizione, Charles tenta una replica due curve dopo, me non c’è niente da fare: l’olandese è molto più veloce e lo distacca immediatamente. Dietro, Albon cerca di avvicinarsi a Vettel, ma dietro al pilota Red Bull, come una furia si avvicina Bottas. Giro intenso quello numero 39: altro doppio pit stop in casa Ferrari, Leclerc monta la rossa, mantenendo di un soffio la terza piazza, anche grazie alla velocità dei meccanici rossi. Per Vettel, invece, gomma gialla e rientro in sesta posizione.

Sempre in questo giro, Bottas passa agevolmente Albon, è quindi quarto. A 10 giri dal termine, il podio pare definito con Hamilton che gira benissimo sul minuto e 40, poi Verstappen e Leclerc che non perde su Bottas. Dietro in tanti cambiano la gomma dura. Sainz, dopo il cambio gomme, supera Magnussen per la dodicesima piazza; Perez sopravanza Hulkenberg, ottavo, e poco dopo passa li tedesco anche Kvyat con un sorpasso di prepotenza in staccata di curva 11. Quando tutto pareva definito, a 5 giri dal termine, Bottas guadagna su Leclerc, che pari in crisi di gomme, riducendo sempre di più il proprio distacco. Hamilton dimostra ancora una volta il suo spirito cannibale andando a prendersi il giro veloce a due dal termine in 1’39”283, con gomme dure già ampiamente usate. Vettel, intanto, ha recuperato ad Albon 17 secondi in 14 giri e lo passa: è quinto. Ultimo giro con Bottas a poco più di in secondo da Leclerc, ma non ce la fa, il monegasco è terzo e il finlandese ha comunque disputato un’ottima gara. Menzione d’onore per i due alfieri McLaren: Norris ottimo ottavo e Sainz che riesca ad andare a punti, decimo. Bene anche Perez, ottavo e Kvyat, ottavo. Attenzione alla posizione di Leclerc: sulla vettura del monegasco, prima della gara, è stata verificata una discrepanza tra il carico di benzina dichiarato dal team e quello riscontrato dai commissari. Sviluppi nelle prossime ore.

GP Abu Dhabi 2019-Gara: Hamilton in scioltezza, Verstappen batte Leclerc

Termina così la stagione 2019 di F1, quella 2020 si aprirà il 15 marzo a Melbourne con il GP d’ Australia.

Autore: Elisa Rubertelli

Foto: Mercedes, F1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui