FIA – 18.2.4: ecco la clausola di salvaguardia nel codice sportivo internazionale

0
FIA
Federazione internazionale

FIA – 18.2.4: ecco la clausola di salvaguardia nel codice sportivo internazionale


Le scorsa settimana, il presidente della federazione internazionale JeanTodt aveva parlato chiaro. Se ci fosse stata la necessità di intervenire ed imporsi per il bene della massima categoria del motorsport lo avrebbe fatto senza pensarci troppo su. Da oggi infatti, per prendere importanti decisioni a livello regolamentare non sarà più necessaria l’unanimità.

Il Consiglio Mondiale del Motorsport (World Motor Sport Council) ha ratificato durante la mattinata un’importante decisione presa dalla FIA. Nel comunicato stampa si legge l’introduzione di una clausola di salvaguardia nel codice sportivo internazionale, per mitigare l’impatto ove possibile e salvaguardare lo sport per il futuro, oltre alle modifiche precedentemente annunciate ai regolamenti sportivi e tecnici specifici del campionato.

La clausola di salvaguardia supererà l’attuale requisito per il quale bisognava ottenere l’accordo unanime di tutti i partecipanti per modificare i regolamenti all’interno di un singolo campionato FIA, coppa, ecc. Per questa semplice ragione, la federazione internazionale, in determinate circostanze eccezionali, potrà modificare i regolamenti con un termine di preavviso più breve e con accordo della maggior parte dei concorrenti regolarmente iscritti per il campionato FIA, coppa, ecc. interessati.

FIA
la clausola di salvaguardia nel codice sportivo internazionale della FIA

Ecco la clausola aggiornata: 

18.2.4 “Possono essere applicati periodi di preavviso più brevi di quelli sopra menzionati, a condizione che sia ottenuto l’accordo unanime di tutti i concorrenti regolarmente iscritti al campionato in questione. Tuttavia, in circostanze eccezionali e se la FIA ritiene che il cambiamento in questione sia essenziale per la salvaguardia del campionato, è sufficiente l’accordo della maggior parte dei concorrenti regolarmente iscritti”.

Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

Foto: Federazione Internazionale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui