Verstappen scaramantico: “Non mi considero il favorito…”

0
Verstappen scaramantico: “Non mi considero il favorito…”
Max Verstappen, Red Bull Racing

Verstappen scaramantico: “Non mi considero il favorito…”


Il fatto che i piloti abbiano riiniziato a rilasciare le proprie sensazioni e commenti sui portali delle proprie Scuderie è indice che il mondiale sta per cominciare. Tra i tanti, interessante l’intervento di Max Verstappen che intervistato al podcast ufficiale del proprio team ‘Talking Bull’ ha voluto però, prima di entrare nel vivo dei discorsi, renderci partecipi del proprio periodo appena trascorso e dell’allenamento da lui svolto: “È stato strano non guidare per così tanto tempo. Fortunatamente ho un simulatore a casa, che come avete sicuramente avuto modo di vedere, ho usato spesso durante il lockdown.”

Una delle paure diffusasi tra i colleghi è quella di ritrovarsi un po’ arrugginiti una volta al volante di una monoposto di Formula Uno. Max però non fa sicuramente parte del gruppo definendosi in un gran stato di forma: “Sono contento di poter tornare a correre. Sarà strano senza tifosi, ma non vedo l’ora di tornare in macchina. Il mio allenamento fisico e mentale è stato il migliore di sempre. Mi sento addirittura meglio di quanto già non lo fossi in Australia”.

L’olandese che in questo 2020 si metterà alla guida della RB16, viene dato dai bookmakers come favorito per la capitalizzazione delle due gare su suolo austriaco. Gare di casa per il team e considerate tali anche da Max dato che a causa dell’epidemia sarà costretto ad attendere ancora un ulteriore anno prima di poter abbracciare i propri tifosi in quel di ZandvoortVerstappen però, con fare un po’ scaramantico, ha preferito non sbilanciarsi: “Inziare la stagione sul nostro circuito (Red Bull Ring) sarà emozionante. Il team ha lavorato molto duramente in vista della gara. Porteremo degli aggiornamenti, anche se sarà lo stesso anche per le altre squadre.”

“I rapporti di forza non sono chiari in questo momento. Se mi piacerebbe ottenere il tris a Spielberg? Piuttosto preferirei vincere il campionato.” Max ha vinto le ultime due edizioni del Gp (2018 e 2019) e quest’anno, potrebbe persino fare poker se la sua RB16 si rivelerà all’altezza della Mercedes“La cosa più importante è avere una macchina competitiva e dare il massimo. Questa pista non è la migliore per il nostro pacchetto e di conseguenza non mi considero il favorito. Mercedes sarà nuovamente molto forte e non possiamo sapere in che posizione sarà la Ferrari.”

Verstappen scaramantico: “Non mi considero il favorito…”
Max Verstappen festeggia la vittoria al termine del Gp d’Austria 2018.

“Indubbiamente ci proveremo, ma sarà una battaglia molto dura. Faremo tutto il possibile per lottare per il campionato. Bisogna però tenere a mente che sono le Mercedes le vetture da battere, considerando la posizione di dominio da loro ricoperta negli ultimi tempi”. Se la Red Bull però viene data come la maggior rivale dei tedeschi vi è una ragione. La RB16 è cresciuta, ha velocità e il motore Honda è sensibilmente migliorato, sia sulla prestazione che sull’affidabilità.

Ricorderete della rimonta di cui è stato capace Max proprio a Spielberg un anno fa. Mentre la Mercedes sembrava aver ridotto potenza per problemi di surriscaldamento, Verstappen è riuscito a mantenere un ritmo impressionante per tutta la seconda parte del Gp, giungendo così alle spalle di Leclerc e superandolo nel finale. Fattori questi che anche se si vuole mantenere un basso profilo, portano poi l’olandese a far trapelare un certo ottimismo: “Come team abbiamo imparato molto nell’ultimo anno. Penso davvero che saremo più forti rispetto al passato. Sarà una bella sfida cercare di battere i nostri rivali. Anche la Honda ha lavorato bene. A Barcellona la nostra velocità di punta era soddisfacente e sono molto contento del lavoro da loro svolto durante l’inverno“.


Autore: Marco Sassara @marcofunoat

Foto: Red Bull – Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui