Vettel: “Vettura 2020 un passo avanti rispetto alla 2019…”

0
Sebastian Vettel si cala all'interno della sua SF1000

Vettel: “Vettura 2020 un passo avanti rispetto alla 2019…”


La SF1000, la nostra redazione, l’ha definita spesso come un grande carciofo rosso. Di onboard in cui Leclerc e Vettel combattono (perché di guerra si tratta) per tenere in pista la monoposto se ne hanno hard disk e server pieni. Eppure… Non tutto ciò che puzza poi è cattivo da mangiare. Prendete il gorgonzola ad esempio: un odoraccio, soprattutto da bambino, quando i genitori ti forzavano a mangiarlo per la prima volta. E tu che eri lì a pensare: ‘ma puzza, ha persino la muffa, come fanno a mangiarlo?’ I cibi che puzzano sono per pochi e vanno saputi apprezzare.

A primo impatto (ma direi anche dopo una seconda, ed anche una terza occhiata) la SF1000 di buono aveva ben poco. Si era capito già dai test a Barcellona che l’anno sarebbe stato difficile. Però si è visto poi, che attraverso dei piccoli lavori di finitura (di più non s’è potuto fare) qualcosa di buono se n’è ricavato. Questo non può che significare una cosa: la base non è proprio da buttare, soltanto che ci sono stati dei problemi a contorno che hanno pregiudicato il funzionamento di tutto il pacchetto, determinando una grande differenza prestazionale innanzitutto rispetto alla vecchia concorrenza diretta (Mercedes e Red Bull), ma anche nei confronti della buona e cara SF90 (vettura 2019).

Vettel: “Vettura 2020 un passo avanti rispetto alla 2019…”
La Ferrari SF90 di Charles Leclerc

Uno dei tanti, come l’intervistatore di ‘Globo’ ha fatto notare a Sebastian Vettel, la perdita di cavalli scaturita dal power unit-gate: “Sicuramente rispetto allo scorso anno” esordisce il pluri iridato “abbiamo perso un po’ di prestazione in termini di potenza motore. Tuttavia, se guardiamo alla vettura più in generale, credo che la squadra abbia fatto un passo avanti rispetto a quella del 2019”. Spesso anche la nostra redazione ha evidenziato, nonostante i continui grattacapi che la SF1000 dava a meccanici, tecnici e piloti, che con la power unit 2019, la vettura 2020 sarebbe stata in grado di ottenere risultati molto diversi. Non si sarebbe potuto puntare lo stesso al titolo mondiale, questo è sicuro, però molte di alcune brutte figure se le saremmo evitate.

Malgrado questo, non si possono attribuire tutte le colpe all’unità motrice. C’è un altro aspetto molto importante da tenere in considerazione. Complicazione che il campione tedesco non ha avuto remore nel portare alla luce: “La differenza sostanziale però è che la monoposto dello scorso anno era molto efficiente. Riuscivamo a generare carico senza essere penalizzati da un’eccessiva resistenza all’avanzamento. Quest’anno è accaduto praticamente l’inverso: abbiamo avuto molto più carico aerodinamico, ma anche tanto drag, che ci ha causato dei grandi problemi…”

Vettel: “Vettura 2020 un passo avanti rispetto alla 2019…”
Gp Turchia 2020, Sebastian Vettel, SF1000

Si è visto come il feeling tra Seb e la monoposto sia molto cambiato negli ultimi due Gp. Indice, anche questo, di una non corretta messa a punto ottenuta nei passati eventi, come il tedesco stesso aveva ammesso non molto tempo fa. La squadra sta lavorando duramente per correggere i difetti che hanno impedito alla SF1000 di dare il meglio di sé nel corso di questa stagione, così da avere un 2021 se non vincente, quantomeno migliore. Il nuovo motore, gira al banco da tempo e dà buoni riscontri, e il team sembra essersi incanalato nella giusta direzione di sviluppo.

In quanto a drag, quello sicuramente è stato un grosso problema negli appuntamenti di Monza e Mugello, e quali circuiti migliori di Bharain 1 e bis, per verificare i progressi compiuti anche sotto questo aspetto? Vedremo se al termine di queste due intense settimane si tornerà a leggere delle avventure del carciofone rosso, oppure se la SF1000 avrà iniziato a prendere l’aspetto di un muffito gorgonzola, che sì ancora puzza, ma di cui si comincia ad apprezzarne il sapore.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – F1

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui