Gp Abu Dhabi 2020-FP2: Test Pirelli e bandiera rossa, pochi dati sul passo gara, Ferrari fatica…

0
Sebastian Vettel, Gp Abu Dhabi 2020, SF1000

Gp Abu Dhabi 2020-FP2: Test Pirelli e bandiera rossa, pochi dati sul passo gara, Ferrari fatica…


Queste le condizioni meteo con cui ha avuto inizio la sessione di FP2: sole al tramonto, temperatura asfalto di 32°C, ambiente 25°C, umidità 41%. L’attività entra subito nel vivo, con tutti i driver che montano le gomme prototipo C4 versione 2021 (lo sviluppo della mescola a banda gialla Medium disponibile qui ad Abu Dhabi) portate in pista dalla Pirelli. A tutti i piloti è stato fornito un unico set di questa mescola con cui andranno ad effettuare almeno uno stint di 8 giri per ottenere dati utili in vista della prossima stagione. Il passato test, svoltosi in Bahrain con le mescole C3, non aveva dato dei buoni riscontri, anzi i piloti erano stati molto critici al termine della giornata… Vedremo se oggi le cose andranno meglio per il costruttore italo-cinese. Questa intanto la classifica alle 14:22, nel momento in cui tutti i piloti avevano portato a termine il test Pirelli. Tempi ottenuti su mescola C4 prototipo.

Gp Abu Dhabi 2020-FP2: Test Pirelli e bandiera rossa, pochi dati sul passo gara, Ferrari fatica...
Classifica ore 14:22

Il secondo stint, il primo con mescole 2020, è molto sbrigativo (avendo perso tempo con il test Pirelli all’inizio della sessione), che durerà a malapena 20 minuti. Questa a seguire la classifica che ne conseguirà al termine. Queste le mescole utilizzate: Hard per Sainz, Norris, Gasly, Kvyat, Raikkonen, Ocon, Vettel e Fittipaldi; Williams su Soft; gli altri su Medie. Purtroppo troviamo le Ferrari così indietro perché i loro crono realizzati in questo frangente sono stati tolti ad entrambi per aver oltrepasssato i limiti in curva-21. Leclerc aveva ottenuto un 1’37”9 con Medie, mentre Vettel un 1’38”7 su Hard.

Gp Abu Dhabi 2020-FP2: Test Pirelli e bandiera rossa, pochi dati sul passo gara, Ferrari fatica...
Classifica 14:40

Scorre veloce anche il terzo run con mescola Soft. Non riescono a migliorare il proprio crono le Mercedes: Hamilton per aver violato i limiti della pista, Bottas a causa di un errore nel proprio giro lanciato. L’unico invece a non aver montato la Soft nell’intero arco della sessione è Perez (simulazione di qualifica non necessaria per lui, a causa della sostituzione della power unit, il messicano è già certo di partire dal fondo dello schieramento). Questa la classifica che ne scturisce alle 15:02.

Gp Abu Dhabi 2020-FP2: Test Pirelli e bandiera rossa, pochi dati sul passo gara, Ferrari fatica...
Classifica ore 15:02

Iniziano le simulazioni di passo gara con la Mercedes che monta le mescole prototipo C4 per portarsi avanti in ottica 2021 (dimostrazione anche questa di un’indubbia superiorità), mentre Red Bull, Leclerc, Renault e McLaren vanno in pista con le Soft. Hard per Perez e Vettel, Medie per Stroll. Purtroppo però alle 15:12 si rende necessario l’esposizione della bandiera rossa. Il retrotreno della vettura di Raikkonen prende fuoco e Kimi è costretto a parcheggiare in tutta fretta a bordo pista e scendere dalla monoposto. Provvederà il finlandese stesso a spegnere le fiamme ”rubando” l’estintore ad uno steward. Generalmente la soluzione preferita dai meccanici e dai tecnici al box, perchè il pilota conosce i punti dove andare ad intervenire per cercare di prevenire il più possibile l’integrità della power unit.

Gp Abu Dhabi 2020-FP2: Test Pirelli e bandiera rossa, pochi dati sul passo gara, Ferrari fatica...

Qualche problemino nel finale per Russell, la parte interessata sembra essere l’MGU-H. Per quanto riguarda il passo gara invece, in quei pochissimi giri svolti con mescole Soft prima della bandiera rossa, vedevano in Max Verstappen il pilota più rapido: 1’41”5, 1’42”3; Norris 1’42”8, 1’43”2; Ricciardo 1’43”9, 1’43”9; Leclerc 1’43”8, 1’43”9; Perez molto veloce invece su mescola Hard: inizia sull’1’42”2 per andare a sistemarsi sull’1’43” basso. In questa fase la Mercedes si ritrovava in pista, ricordiamo, con le mescole prototipo. Bandiera verde i piloti lasciano i box per effettuare gli ultimi passaggi. Gomme Medie per Verstappen 1’41”7, 1’42”0; Albon: 1’41”9, 1’42”1 (molto vicine le due Red Bull); Ricciardo: 1’42”5, 1’42”7; Bottas 1’43”6, 1’43”7. Ferrari sull’1’43”medio alto sia con Soft che su Hard. Carlos Sainz su Hard: 1’42”4, 1’42”6.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-56.png
La classifica finale

Direi che la Mercedes la si possa collocare davanti sulla fiducia, anche se non abbiamo elementi per valutarla. Subito dietro direi che troviamo la Red Bull; a seguire la Racing Point (imressionante Perez nello stint su Hard). Seguono McLaren, Renault e infine Ferrari. In simulazione di qualifica la Rossa quantomeno oggi pomeriggio è riuscita a rientrare all’interno della top ten (8° Leclerc), ma sul passo gara c’è ancora bisogno di lavorare e sinceramente dopo una FP1 trascorsa ad effettuare prove di set up, ci si attendeva potesse arrivare qualcosa di più… La sessione dunque termina con Bottas al comando seguito dal compagno Hamilton e dall’olandese della Red Bull, Max Verstappen.

Per il momento è tutto, appuntamento a domani per assistere assieme alla diretta delle FP3 in programma per le 11:00. Buon proseguimento di giornata.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto:  F1 – Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui