sabato, Giugno 22, 2024

Gp Austria 2021 – Hamilton: “Paghiamo ancora due decimi dalla Red Bull”

F1. Austria atto secondo. Il venerdì di libere è andato in archivio ma non si è tratto di una replica di quanto abbiamo osservato la settimana scorsa. Diverse le novità che i piloti hanno dovuto testare. A partire della gomme che Pirelli ha portato con una mescola più morbida. Cosa che, con ogni probabilità, costringerà i protagonisti ad un GP a due soste. Ma non è stata l’unico elemento “deviante” dal week end scorso in cui Max Verstappen è stato assoluto mattatore. In vista di Silverstone, sono infatti state portate le coperture rinforzate volute dal gommista italo-cinese e dalla FIA per evitare problemi come quelli cui abbiamo assistito in occasione della gara azera.

Tanta carne a cuocere, quindi, alla quale Mercedes ha aggiunto un’ulteriore variabile: l’ala posteriore mono-pilone in stile 2020 testata durante le due sessioni da Lewis Hamilton. A Brackely, evidentemente, le stanno provando proprio tutte per chiudere il gap con la Red Bull nella speranza di invertire la rotta in un campionato che sembra potersi avviare verso Milton Keynes.

Dopo una prima sessione di studio in cui gli anglo-tedeschi si sono concentrati sulla ricerca dell’assetto ottimale in chiave gara, nelle FP2 le due W12 hanno espresso un ottimo potenziale con gomme soft (C5) sul giro secco confermandosi anche con un race pace molto interessante.

Lewis Hamilton ha parlato di un venerdì che assume un ruolo chiave nella più ampia economia di un week end che deve coincidere con una svolta per evitare che la Red Bull prenda il largo in classifica. I nostri avversari, al momento, hanno quello che avevamo noi in passato. Cosa? Essenzialmente una mappatura in grado di alzare le prestazioni sul giro singolo in qualifica. Abbiamo fatto dei passi in avanti rispetto a sette giorni fa – ha riferito il campione del mondo in carica – ma credo di avere ancora un decimo e mezzo o due di ritardo.

Ovviamente Hamilton ha voluto raffrontare questo venerdì con quello del GP di Stiria per cogliere le eventuali differenza: Non ero contento dell’assetto che abbiamo scelto. Se ci si ritrova troppo spesso ad inseguire si corre il rischio di perdere il bandolo della matassa. Abbiamo scelto soluzioni troppo drastiche, quasi estreme. Dobbiamo ottimizzare quello che abbiamo al momento senza stravolgere la vettura”.

Il riferimento all’attualità è importante perché Toto Wolff ha poco fa riferito che a Silverstone è pronto un consistente pacchetto di sviluppo per la W12. A Brackley ci credono ancora ecco perché domenica sarà fondamentale non perdere terreno da Verstappen.

Autore: Diego Catalano – @diegocat1977

Foto: Mercedes

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo coperto
19.1 ° C
20 °
18.3 °
76 %
2.1kmh
100 %
Sab
21 °
Dom
21 °
Lun
22 °
Mar
26 °
Mer
26 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings