Red Bull supporta Hamilton: “Disgustati dagli abusi razzisti”

Il team di F1 Red Bull Racing si unisce alla lotta contro il razzismo. Avversari di Mercedes in spinta, uniti da un solo intento fuori: combattere le discriminazioni razziali. L’incidente che ha coinvolto Max Verstappen durante il primo giro del Gran Premio della Gran Bretagna edizione 2021 ha provocato il ritiro dalla gara dell’olandese. Hamilton, all’interno della Copse, ha toccato a oltre 250km/h la posteriore sinistra dell’olandese che ha perso il controllo ed è andato a sbattere violentemente contro le barriere.

Il fatto ha provocato reazioni molto dure nei confronti del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton, oggetto di parecchi insulti razzisti. Come riporta il comunicato (clicca qui per leggere il documento) diramato da F1, FIA e Mercedes AMG F1, durante e dopo la gara il pilota di Stevenage è stato letteralmente bersagliato di ingiurie razziali.

Questa mattina la scuderia austriaca dimostra l’appoggio nei confronti del proprio rivale al titolo, rilasciando tramite Twitter un messaggio molto chiaro. Sebbene siano “feroci” rivali in pista condannano gli abusi razzisti, dimostrandosi disgustati e tristi per le calunnie a sfondo razziale subite da Lewis Hamilton dopo l’incidente con Max. Non c’è spazio per cose del genere in questo sport.

F1
Comunicato Red Bull contro le ingiurie razziste subite da Lewis Hamiton

Dello stesso parere Honda Racing F1. Il costruttore giapponese si unisce a Red Bull nella lotta contro il razzismo: “Scioccati e disgustati da un comportamento del genere. Non ci sono giustificazioni.

F1
Comunicato Honda contro le ingiurie razziste subite da Lewis Hamiton


F1-Autore: Alessandro Arcari – @Berrageiz

F1-Foto: Mercedes

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
3,871FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Budapest
cielo sereno
23.2 ° C
23.3 °
19.3 °
67 %
1.3kmh
0 %
Dom
36 °
Lun
27 °
Mar
30 °
Mer
30 °
Gio
23 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -