Gp Imola 2022/Analisi on board Fp2: studio mirato sull’handling

F1. Imola, quarto round del mondiale di F1 2022. Il campionato affronta il primo week-end stagionale che comprende la Sprint Race. Ecco perché, oggi sabato 23 aprile, prendono il via le Fp2 che anticipano la mini gara di 100 km/h. La seconda sessione di prove libere sarà molto interessante sotto il punto di vista prettamente tecnico. La necessità di “capire” la vettura per ritoccare gli ultimi dettagli, infatti, impera.

La storica scuderia Ferrari (leggi qui l’analisi prestazionale delle qualifiche) ha iniziato il fine settimana senza troppa gloria. L’errore commesso da Carlos Sainz durante le qualifiche va sommato alla sfortuna di Charles Leclerc, inibito dalla red flag proprio nell’ultimo tentativo di assalto alla pole position. Ciò nonostante l’ambiente ferrarista è tranquillo. La consapevolezza dei propri mezzi aleggia sorniona e carica di fiducia tutta la squadra.

Pendendo in esame il grafico telemetrico relativo alla Q3, notiamo subito una grande differenza nel primo settore. Le condizioni avverse hanno di fatto sentenziato il rendimento della numero 16, con una forte discrepanza prestazionale nel primo settore. L’approccio conservativo del monegasco nel T1 durante il primo tentativo, di fatti, si contrappone al rendimento di Vertappen che, abile nello sfruttare la situazione, è stato capace di attivare i compound potendo disputare una tornata in più rispetto all’attuale leader del mondiale.

Ciononostante, Charles ha dimostrato l’altissima competitività della rossa nel T3, percorrendo il tratto che porta alla Rivazza, una volta portate in temperatura gli pneumatici, con una velocità davvero impressionante.


F1. Gp Imola 2022: live Ferrari F1-75

I due ferraristi si apprestano a salire sulle vetture, consci di potere disputare una sessione al top e prepararsi al meglio per la Sprint Race. La situazione climatica al momento è positiva. Tracciato asciutto per testare al meglio i compound in chiave gara. Charles scende in pista per primo. La sua monoposto monta un treno di pneumatici Medium. Dopo l’out-lap, il monegasco effettua un passaggio in pit lane per realizzare una prova di partenza su mappatura Engine 5.

Eseguito a dovere il warm-up delle calzature Pirelli a banda gialla, Leclerc inizia a spingere. Resta un discreto effetto porpoising che, a quanto pare, non sembra inficiare negativamente sul rendimento della rossa numero 16. Dalle primissime immagini la monoposto di Maranello pare ben bilanciata. Fanno sapere al ferrarista che un lap time pari a 22.4/22.5 sia una buona referenza per le attuali condizioni della pista.

F1
lo spagnolo Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) scende in pista durante le Fp2 a Imola

Pare che il programma di lavoro si concentri di immediato sulla simulazione high fuel. Nel mentre anche l’iberico scende in pista. A differenza del compagno, la sua Ferrari monta un treno di gomme Soft. Marcos chiede un tyre phase update per controllare lo stato delle coperture. Con quattro tornate alla spalle, l’amministrazione dei compound sull’anteriore di Charles risulta eccellente.

Viene ora chiesto a Leclerc di effettuare un “Torque 1 test“, seguito dal suggerimento di non utilizzare il toggle sinistro premappato (differenziale) in curva 7. Le due Ferrari stanno girando a media potenza sull’endotermico (Engine 5). Lo stesso Sainz, seppure con pneumatici differenti, svolge il medesimo compito del compagno di squadra simulando la gara a serbatoi pieni.

Inserita la “Mode PW” per ambedue le vetture, arrivano diversi cambi sulle configurazioni relative alla power unit. Toni molto distesi in radio, a conferma delle buone sensazioni al volante. L’handling delle F1-75 pare decisamene buono. Marcos detta il passo da mantenere: 21.8s. Inoltre, aggiunge che rispetto a Red Bull il carico di carburante è differente. Ancora 3 giri per Charles prima di terminare il run.

Malgrado i problemi nella giornata di ieri, scevro da preoccupazioni, Carlos quest’oggi sembra in palla. La numero 55 mostra un atteggiamento piuttosto neutro, offrendo un’ottima guidabilità al suo pilota che, proprio in questo momento, viene richiamato ai box. Un rapido passaggio per modificare il carico all’anteriore e dinuovo in pista. Molto interessante notare i cambi di settaggi sulla coppia motrice delle Ferrari, utili per sfruttare al massimo l’ottima trazione delle auto modenesi.

Leclerc entra nel garage. Prima parte del programma di lavoro completato con successo. Nessun tipo di commento sulla vettura. Solitamente, quando è così, il monegasco si ritiene ampiamente soddisfatto. Due tornate in più e anche Sainz prende la via della pit lane. Dai box arriva una preziosa info sul secondo run: si cambierà l’incidenza del flap anteriore sulla numero 16. Un “Minus 4” per aumentare l’efficienza aerodinamica della vettura.

Charles torna in pista con un treno di Soft nuove di pacca. Gli viene subito chiesto di spingere nell’out-lap per verificare il warm-up degli pneumatici. Anche Carlos esce dai box. La sua Ferrari monta Pirelli nuove a banda gialla. Si procede ora con la classica metodologia che prevede un paio di passaggi in pit lane per effettuare le prove di partenza su Engine 4 (ICE). Differenziare la strategia con assetti diversi: questo il piano del muretto italiano nel secondo run.

F1
il monegasco Charles Leclerc (Scuderia Ferrari) torna in pista per il secondo run a Imola

Marcos prende come referenza il passo di Perez: 21.4s, consigliando al monegasco di migliorare la velocità in uscita di curva 11. Adami, invece, si complimenta con lo spagnolo per l’ottima gestione dei compound nel T2. Sainz si trova ora “ingabbiato” dal connazionale Alonso. Grazie all’utilizzo dell’overboost K1, la numero 55 si avvicina all’Alpine di Fernando per tentare il sorpasso. Nel frattempo Leclerc viene esortato ad amministrare maggiormente le coperture sull’asse anteriore.

Carlos non riesce ad avvicinarsi sufficientemente per attaccare Alonso che, a sua volta, dispone dell’utilizzo del DRS. Questa situazione anticipa un tema importante per la gara: la difficoltà nel effettuare sorpassi su questo layout. Dopo un paio di passaggi su Engine 1 si torna ora ad una mappatura più blanda sull’endotermico. Nel frattempo, il madrileño si arrende e decide di aprire un gap su Fernando.

Continui suggerimenti per facilitare l’handling a Leclerc: differenziale, brake shaping e parametri relativi alla valvola wastegate per modificare il “soffiaggio” dello scarico che a sua volta cambia leggermente il carico al posteriore. Per Carlos, invece, diversi test sui toggle pre-mappati dietro al volante, necessari per gestire la rotazione della monoposto in determinate zone del circuito.

Charles si trova imbottigliato nel traffico. Il ferrarista chiede come fare per uscirne, ma il tempo a disposizione è giunto oramai alla fine. Come per Sainz, arriva la chiamata ai box. Un rapido cambio di compound per ambedue i piloti (montate le mescole del primo run) e si procede verso la griglia per le solite prove di partenza. La seconda sessione di prove libere termina con un palio di “constant speed 250” (Engine 11) durante l’in-lap. Da segnalare il bel gesto di Charles che saluta il pubblico sulle tribune rientrando ai box.


F1. Gp Imola 2022: conclusioni

A margine del racconto on-board sulla Ferrari un paio di considerazioni. La prima riguarda l’interesse odierno del team italiano mirato alla mera comprensione della monoposto che, in sostanza, ha occupato l’intera sessione. Mappature blande e tanto lavoro sui compound tralasciando il giro secco. Molto interessanti le prove comparative tra i ferraristi sulla raccolta dati, utili per un confronto incrociato prima della Sprint Race.

In seconda battuta va rilevato l’ottimo bilanciamento delle rosse, in grado di sfruttare appieno la pista e gestire al meglio il passaggio sui cordoli, fattore di estrema importanza sulla pista romagnola. A poche ore dalla mini gara che assegnerà molti punti (leggi qui i cambi regolamentari in merito), le prospettive per il Cavallino Rampante sembrano luminose…


F1-Autore: Alessandro Arcari – @berrageiz

Foto: Scuderia Ferrari F1TV

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
5,929FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Montréal
poche nuvole
19.6 ° C
20.7 °
17.3 °
58 %
5.7kmh
20 %
Ven
18 °
Sab
22 °
Dom
24 °
Lun
26 °
Mar
21 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings