Gp Imola 2022/analisi on board gara: Red Bull perfetta ed irraggiungibile, Russell salva Mercedes. Sprofonda Hamilton

F1 – Momento clou del primo week end europeo del campionato 2022. Dopo una gara sprint che ha premiato la Red Bull con la vittoria di Max Verstappen, capace di recuperare dopo una partenza pessima frutto di un problema alla sincronizzazione delle prima marcia, e col terzo posto di Sergio Perez autore di una buna rimonta oggi si corre per i punti che contano davvero. Che al team inglese servono per iniziare a ricucire lo strappo con la Ferrari che ieri ha sofferto le basse temperature generando, specie sulla vettura di Charles Leclerc, un graining piuttosto pronunciato.

Persiste lo stato debilitato della Mercedes (leggi qua) che ieri è rimasta letteralmente incastrata, sia con George Russell che con Lewis Hamilton, a centro gruppo incapace di mostrare quel passo che al mattino era emerso piuttosto chiaramente. Il weekend imolese per ora è un incubo per i campioni del mondo che sperano di trovare un guizzo nei trecento chilometri della gara.


Max Verstappen vince il GP di Imola e si rilancia prepotentemente in classifica godendo anche dell’errore di Leclerc. L’olandese, dopo la vittoria, si complimenta per il gran lavoro di Perez che completa la doppietta Red Bull.

Russell riesce a tenere a bada il finnico e conquista un quarto posto che sa si impresa. Nell’altro box la situazione è opposta: Hamilton, doppiato, è stato autore dei una delle sue gare più anonime della sua carriera.

Intanto comunicano a Russell che arriva pioggia in Curva 7.

George si difende al Tamburello impegnando il centro della pista.

Russell nel frattempo ha visto ridursi clamorosamente il vantaggio su Bottas che era staccato di dieci secondi. Ora il finnico è in zona DRS.

Dopo un lunghissimo silenzio Hamilton si apre in radio piuttosto stizzito e dice “I need more power


Subito dopo l’ingegnere italiano comunica STRAT4: più potenza dall’endotermico per il n°1. E poi “Tyre are still cold“.

Lambiase avvisa della sosta il suo pilota. E subito dopo lo richiama ai box “TRAT 12 in pit lane”. Sosta veloce come al solito: Max riprende in P1 e probabilmente difenderà il giro veloce. STRAT 8 all’uscita con annessa raccomandazione di gestire il riscaldamento del compound.

La sosta di Leclerc induce la Red Bull a difendersi. Perez viene avvisato di fermarsi per montare un treno di soft.

Lewis cerca di approfittare del doppiaggio che Max opera su Gasly per tentare una sortita. Ma il francese resiste e può contare sull’ala mobile: nulla di fatto.

Comunicazione inversa arriva a Max: “Stai giungendo su un gruppo di tre macchine in lotta”.

Nel frattempo avvisano Hamilton che il “race leader” sta arrivando.

Il DRS viene abilitato al giro 35. Lewis viene ragguagliato della cosa mentre è incollato a Gasly. Ma anche il francese lo può usare e per ora l’attacco è rinviato.

Lewis rompe in lungo silenzio e chiede che venga deliberato in DRS

La gara di Hamilton è una sofferenza alle spalle di un trenino aperto da Stroll. Il britannico ha a tiro Gasly ma persistono i problemi in accelerazione. La vettura continua a difettare in trazione.

Verstappen ha un margine di sicurezza molto ampio sul compagno ed è in piena gestione delle gomme.


Qualche piccola preoccupazione per Verstappen. Dal box gli dicono “reset your tools“. Allarme subito rientrato visto che Max segna il giro veloce.

“Pitta” anche Verstappen copiando la strategia del compagno di team

Si ferma Perez per montare gomma media. Stessa operazione di Russell. Viene chiamato anche Hamilton a cui viene detto che Ricciardo è il più veloce in pista. All’uscita c’è quasi un contatto con una Alpine. Ora Hamilton è addirittura quattordicesimo.

Bono avvisa che una McLaren (Ricciardo) ha montato gomme medie. Viene chiesto ad Hamilton se è il caso di eseguire lo switch.

Verstappen inizia a lamentarsi delle gomme.


Nel frattempo Bono avvisa che Stroll sta andando in crisi di gomme. Hamilton, che continua a cercare il bagnato, non ne approfitta ancora. E’ in trazione che la W13 soffre perdendo sistematicamente in uscita dalle curve lente. Acque Minerali, Variante Alta e uscita dalla Rivazza i punti più complessi.

Torniamo in testa. Lambiase chiede lo stato delle gomme. Max accenna una risposta confusa.

Ci spostiamo sulla battaglia tra Russell e Magnussen. L’inglese chiude un gran soprasso al Tamburello ma va lungo. Il danese ne approfitta e in uscita si riprende la piazza. George non demorde e alla Variante Alta dà la stoccata vincente.


Perdi su George alla 13 e alla 17“. Le indicazioni per Hamilton di Bono che spiega dove migliorare il passo.

Bono avvisa il suo pilota di raffreddare le gomme. La pista prende ad asciugarsi in traiettoria ed Hamilton cerca il bagnato.

Al britannico viene offerta una modalità ibrida più elevata per colmare il gap con Stroll che precede.

Hamilton si mette subito a caccia dell’Alpine. Basta un giro per avere la meglio di Alonso sul rettilineo di partenza. Mentre Lewis effettua il sorpasso vola un pezzo di carrozzeria dalla vettura dell’asturiano.

Alla ripartenza Perez protegge Verstappen ma a sua volta si guarda le spalle da Leclerc.


STRAT MODE 5 per Hamilton e modalità sorpasso attivata.

Lambiase e Bono avvisano i rispettivi piloti che la vettura di sicurezza sarà dentro in questo giro. Siamo al passaggio 4.

Hamilton è particolarmente silenzioso in questa fase. Non si registrano comunicazioni di sorta.

Sotto SC i piloti sono attenti alle condizioni della pista: non è ancora tempo di crossover, Verstappen lo comunica a Lambiase che riferisce si “far lavorare le gomme”.


Nel gruppo Hamilton, come ieri, resta incastrato senza avere la possibilità di recuperare posizioni. Russell, invece, scatta benissimo e sfrutta le uscite dei piloti che lo precedono per piazzarsi in sesta piazza prima che ve venga deliberata safety car.

Il partenza le due Red Bull scattano benissimo. Verstappen sfila immediatamente Leclerc. Quest’ultimo ha un evidente pattinamento: ne approfitta Perez che si mette in P2.

Hamilton comunica che inizia a vedere una “dry line”. Il passaggio alle gomme da asciutto non avverrà con molto ritardo.


Motori accesi sulle due monoposto sulle quali ci concentriamo.

Verstappen chiede conferma se la partenza deve essere eseguita in seconda marcia.

Bonnington comunica l’utilizzo di STRAT 5 per la partenza.


Controllo radio anche per Verstappen a cinque minuti dal via del giro di schieramento.

Radio check per Hamilton. Per ora nessun riferimento al problema al motore riscontrato in precedenza.


Lewis Hamilton, nel giro di schieramento, ha lamentato un non meglio precisato problema alla power unit. Il GP del britannico non inizia sotto la migliore stella.

Max Verstappen intercettato in griglia prima di salire in macchina conferma che si partirà con intermedie.

La nostra diretta inizia con la situazione meteo. A 25 minuti dall’inizio delle operazioni il circuito è ancora bagnato dopo le pioggia mattutina. Condizioni in costante miglioramento, per ora si ipotizza la partenza con gomme intermedie. La temperatura dell’aria è di 12°C, 18 quella dell’asfalto.


F1 – Autore: Diego Catalano@diegocat1977

Foto: F1TV

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,138FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Abu Dhabi
poche nuvole
23.7 ° C
24.1 °
23.3 °
76 %
1kmh
20 %
Sab
26 °
Dom
27 °
Lun
26 °
Mar
26 °
Mer
26 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings