martedì, Maggio 21, 2024

Gp Ungheria 2022/Verstappen: “Ferrari lontana, ci affidiamo a qualifiche bagnate”

La Red Bull ha sicuramente conosciuto venerdì migliori di quello appena conclusosi sul tracciato di Budapest. All’Hungaroring, la RB18 non è sembrata mai all’altezza di poter essere più consistente della Ferrari F1-75 che, di converso, ha mostrato un gran passo gara nella simulazione gara affrontata nelle Fp2 nonché un’ottima velocità nel test in configurazione da qualifica. La monoposto di Adrian Newey, probabilmente, soffre le sue caratteristiche endemiche che si realizzano nel non brillare nei cambi di direzione veloci. Fenomeno acuito su una pista dove è necessario possedere molta downforce e una reattività particolarmente spiccata.

La macchina progettata in quel di Milton Kings non si è trovata a proprio agio sul budello magiaro, questo è un fatto abbastanza evidente. Di contro, la Ferrari, si è esaltata facendo emergere le proprie caratteristiche confermando le parole di Mattia Binotto che, dopo il Gran Premio di Francia, si era espresso in favore di una doppietta rossa da ottenere domenica prossima. Parole che, dopo Fp1 ed Fp2, non sembrano così campate in aria.

F1
l’olandese Max Verstappen (Oracle Red Bull Racing) a bordo della sua RB18

F1. Red Bull: c’è molto lavoro da fare per centrare il corretto assetto

Chiaramente parliamo di un primo giorno di lavoro, quindi c’è ancora molto da fare per ricucire uno strappo apparso abbastanza voluminoso. Fondamentale sarà la notte tra il venerdì e il sabato: gli ingegneri anglo-austriaci sono chiamati a trovare un assetto migliore per colmare il gap cronometrico con la Ferrari. Anche perché bisogna tenere a bada una McLaren apparsa molto consistente (probabilmente più su di motore) e una Aston Martin che, sul passo gara, ha spaventato.

Più in difficoltà la Mercedes che su questa pista non dovrebbe rappresentare una minaccia: doveva soffrire, ha sofferto. Attenzione al fattore meteo che interverrà prepotentemente domani. Difatti, sia durante le Fp3 che nelle qualifiche, come ha confermato Mario Isola, avremo altissime probabilità di pioggia. E sappiamo che la vettura dei “tori caricanti” è particolarmente efficace quando le temperature calano e l’asfalto è in costante divenire. A questo si appiglia Max Verstappen per cercare di stare davanti al duo ferrarista in una gara in cui i sorpassi potrebbero essere una chimera.

F1
Max Verstappen, Oracle Red Bull Racing

Il campione di Hasselt ha brevemente commentato il primo giorno di attività senza celare una certa preoccupazione: “Per quello che si è visto oggi, le Ferrari sono nettamente avanti rispetto a tutti. Sull’asciutto, dal nostro punto di vista, non c’è modo margine per poter competere. Forse la pioggia prevista per domani potrebbe darci una chance maggiore in vista delle qualifiche. Sarà comunque difficile stare davanti a Leclerc e a Sainz. Vedremo almeno se saremo in grado di ridurre il gap importante che c’è al momento

Bagno di realismo per il campione del mondo in carica che sapeva di dover giocare in difesa tra i cordoli ungheresi. Ovviamente nulla è perduto e c’è la pioggia che potrebbe essere un grande alleato su una pista particolarmente insidiosa con l’asfalto viscido. L’olandese spera anche nel ritorno e nel supporto di Sergio Perez che anche oggi è apparso in grande difficoltà.


Autore: Diego Catalano@diegocat1977

Foto: F1, Oracle Red Bull Racing

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Miami
poche nuvole
32.2 ° C
33 °
31 °
58 %
7.7kmh
20 %
Mar
33 °
Mer
29 °
Gio
29 °
Ven
29 °
Sab
28 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings