martedì, Maggio 21, 2024

Team radio della discordia: Leclerc ha messo alla prova la Ferrari?

L’edizione 2022 del Gran Premio del Brasile di F1 sarà ricordata per diverso tempo. Lo spettacolo offerto in pista è stato arricchito dalle comunicazioni tra muretto e piloti, destinate a far discutere e dal valore superiore addirittura al risultato stesso conseguito. Recentemente abbiamo esaltato la resilienza ostentata da Leclerc a fronte dei numerosi eventi che hanno condizionato la stagione del pilota monegasco.

Evidentemente le scorie emotive del venerdì non erano state del tutto eliminate e l’impeto ha prevalso sulla prudenza. Nel corso del settimo gir, infatti, Charles ha rischiato di concludere anzitempo la gara nel tentativo di superare Lando Norris all’esterno della velocissima curva Ferradura.

F1
Leclerc e Norris qualche istante prima del contatto alla curva Ferradura nel corso del settimo giro

L’ampia via di fuga ha consentito al ferrarista di accarezzare le barriere senza riportare seri danni alla monoposto. Lo svolgimento della gara ha consentito di acciuffare la quarta posizione finale, anche grazie anche al secondo ingresso della Safety Car dovuto all’inconveniente tecnico occorso alla McLaren di Norris.

Dopo la neutralizzazione della corsa Charles è riuscito ad avere la meglio su Perez e da quel momento è iniziato il fitto conciliabolo con il muretto. Leclerc ha chiesto in due occasioni di invertire la posizione con Sainz, in modo da poter accumulare preziosi punti nella classifica piloti nel duello a distanza con il messicano.

La richiesta non è stata assecondata per due ragioni: in primo luogo Carlos era sotto investigazione in quanto aveva affiancato e leggermente superato Perez in regime di Safety Car. Per questo un’eventuale penalità di 5 secondi avrebbe minimizzato il risultato complessivo del team, in un weekend dove Mercedes ha ridotto a soli 19 punti il ritardo in classifica costruttori.

In secondo luogo, Leclerc era braccato da un redivivo Alonso a poco più di un secondo e realizzare uno swipe, secondo i tecnici Ferrari, sarebbe stato molto difficile.


F1. Gp Brasile 2022: team radio Leclerc

Se questo è lo spirito che ha animato Charles nella “supplichevole” richiesta di invertire le posizioni con il compagno di squadra, allora, verrebbe da dire, che il rapporto con il team pare in qualche modo incrinato.

Nel suo inconscio Leclerc è perfettamente consapevole di non avere lo status di Verstappen in Red Bull, che “zittisce” il proprio team per una simile richiesta avanzata dell’ingegnere Lambiase.

F1
Team radio tra Leclerc, Xavi Marcos e Mekies

Forse il ferrarista aveva la necessità di averne conferma proprio nel momento in cui la posta in palio è davvero simbolica. La relazione tra il pilota monegasco e la scuderia modenese sembra davvero ai minimi storici.


F1/Leclerc: un pilota stanco mentalmente

Charles ha esternato il proprio stato d’animo ancor prima di proferire parola. Al termine della gara, infatti, batava osservare il linguaggio del suo corpo per capire quali fossero le sensazioni vissute.

Onestamente gli ho lasciato lo spazio all’interno, poi dovrò riguardare. Forse non era abbastanza, ma a me sembrava così. Forse poi lui ha perso il posteriore, e a quel punto ci siamo toccati. Dopo questo episodio è stata una gara difficile, ma abbiamo fatto una bella rimonta.“ Queste la parole a descrizione dei fatti relativi al contattato con Lando Norris.

In merito al prossimo weekend e alle chance di poter conquistare il secondo posto nella classifica piloti, l’alfiere della rossa non ha nascosto il desiderio di staccare la spina:

“Il passo era buono, non come quello delle Mercedes, ma non era male. Devo concentrarmi su quello che farò io per cercare di trovarmi in una posizione migliore. È stato un weekend abbastanza frustrante, quindi voglio andare ad Abu Dhabi, fare la mia gara e basta“.

In buona sostanza, Leclerc conferma di doversi basare solo sulle proprie forze e di non vedere l’ora che questa stagione, nata sotto i migliori auspici, termini in fretta. Davvero un finale triste per Charles che nel prossimo ha l’obbligo morale di assicurarsi la seconda piazza nel campionato piloti mondiali.

Impresa tutt’altro che banale in relazione allo stato di forma della Mercedes e di una Red Bull che, ovviamente, cercherà di dimostrare che le difficoltà sofferte in Brasile debbano essere definite come semplice passaggio a vuoto.


Autore e grafiche: Roberto Cecere – @robertofunoat

Foto: Scuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Miami
poche nuvole
32.2 ° C
33 °
31 °
58 %
7.7kmh
20 %
Mar
33 °
Mer
29 °
Gio
29 °
Ven
29 °
Sab
28 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings