domenica, Aprile 14, 2024

Gp Bahrain 2024/Ferrari: Sainz mantiene il passo di Perez, Leclerc combatte con la SF-24

Un po’ di rammarico in casa Ferrari per il risultato del GP del Bahrain. Carlos Sainz ha conquistato il terzo posto dopo una gara consistente e nella quale ha tenuto testa a Sergio Perez. Tantissima delusione, invece, per Charles Leclerc: il pilota della Rossa ha dovuto fare i conti con un problema ai freni maturato praticamente all’inizio della corsa, e questo ha reso specialmente il suo primo stint un vero e proprio incubo. Lavorando e non poco con la vettura, il monegasco è riuscito a portare la sua SF-24 al traguardo, ma è chiaro come le aspettative fossero ben diverse.

Chiaramente non parliamo di vittoria, perché Max Verstappen ha dimostrato di averne decisamente di più, seppur meno dominante rispetto al 2023, ma il distacco di 25 secondi dalla prima Ferrari, quello di Sainz, è comunque importante. Come già descritto in precedenza però, la lotta con Perez pare essere al momento alla portata della SF-24, e l’ultimo stint, con ben due mescole di differenza in favore di Checo (soft contro le hard di Carlos) ci ha detto come il ritmo fosse più o meno lo stesso.


Ferrari: Sainz consistente e ad un passo da Perez

La gara di Sainz è stata solida, e dimostra come la Ferrari abbia compiuto definitivamente un bel passo in avanti rispetto a dodici mesi fa. Il distacco da Verstappen nel 2023 era di 48 secondi (guarda caso proprio con lo spagnolo), adesso “soltanto” di 25. Tanti ancora, è verissimo, ma in Formula 1 è difficilissimo ribaltare la situazione dall’oggi al domani, ci vuole tempo e programmazione, e questa volta, dopo tanto tempo, c’è la sensazione che si stia lavorando davvero nella direzione giusta.

“E’ andata bene nonostante la partenza – ammette Carlos nel dopo gara -. Ho gestito al meglio le gomme, imponendo un passo costante e superando tre vetture, e questo mi ha consentito di andare sul podio. Nell’ultimo stint sono riuscito a tenere il passo di Perez, è stato piuttosto sorprendente. Ancora non è abbastanza, ma rispetto allo scorso anno è certamente un buon inizio. La nostra strategia prevedeva due stint con le dure, perché con questa gomma abbiamo meno degrado e una volta che riesci a portarla in temperatura, hai la possibilità di spingere al massimo”.

Ferrari Sainz
Carlos Sainz (Ferrari) ha conquistato il podio nel Gp del Bahrain 2024

Ritmo costante quello di Sainz, un po’ come dimostrato già nei test della settimana scorsa. La Ferrari pone delle basi importanti per crescere. Ci vuole tanta pazienza, anche perché Verstappen dà l’impressione di fare un altro sport anche rispetto al suo compagno di squadra Perez, ma già dalla prossima settimana, quando sarà in programma il Gran Premio dell’Arabia Saudita a Jeddah, potremmo vedere qualcosa di ancora diverso, essendo un tracciato cittadino, molto veloce e con un asfalto liscio. Un vero e proprio esame, il secondo consecutivo, per la SF-24.

“Era una prova difficile su un circuito con altissimo degrado e le gomme posteriori solitamente soffrono, per noi era la cosa più difficile nel 2023. Nei test abbiamo imparato tante cose, nel primo stint ho trattato bene le gomme e sono riuscito a spingere con le hard. Ho avuto il mio passo e mi sono divertito, concludendo di poco alle spalle della Red Bull”.

Lo scorso anno riuscivamo a battere Perez, mentre Max è complicato da agganciare perché gestisce alla grande il degrado, ma se mettiamo le due macchine davanti a lui in qualifica, facendo bene la strategia, si può provare a fare qualcosa, mentre quando parte davanti ha un passo molto forte, però su alcuni circuiti possiamo farcela. Bahrain è superiore alla Red Bull. Pista di Jeddah favorevole? Ogni circuito sarà una sorpresa: credo che Red Bull e McLaren saranno molto competitive sulle piste con curvoni veloci, ma siamo migliorati anche noi, quindi speriamo di essere all’altezza anche in Arabia Saudita”.


Ferrari: sfuma il podio per Charles Leclerc

Delusione evidente e comprensibile per Charles Leclerc. La Ferrari del monegasco ha avuto sin da subito dei problemi all’impianto frenante, e questo non ha permesso al numero 16 di esprimersi a dovere in uno dei suoi punti di forza, ossia appunto la frenata. Le cose sono leggermente migliorate nel finale, quando smanettando un po’ sul volante, ha fatto sì che la SF-24 potesse comportarsi in maniera più consona alle sue esigenze nonostante la noia meccanica, e infatti il buon Russell è stato costretto a cedere la quarta posizione.

“Ho provato una sensazione orribile – ha detto Leclerc -. Con un problema del genere hai come l’impressione di fare male tutto, qualsiasi cosa. Credo di aver bloccato almeno sette volte in curva 10, e ogni volta che toccava il freno la macchina si comportava in modo diverso. Ho lavorato sul freno motore, anche sul brake balance e avevano dei valori completamente sballati rispetto al normale, ma così facendo sono riuscito ad arrivare al traguardo”.

Ferrari Sainz
Charles Leclerc (Ferrari) impegnato nel weekend del Gp del Bahrain

Le aspettative erano bene altre, anche perché la SF-24 ha dimostrato di poter dire la sua in questo Gran Premio. Non parliamo di vittoria certo, ma il secondo posto per Leclerc sembrava essere alla portata, considerando anche la gara di Perez, sì dietro Verstappen, ma a più di venti secondi e con Sainz alle calcagna. Per questo motivo, Charles non può essere in alcun modo soddisfatto del quarto posto, e questo volendo dimostra come in casa Ferrari si stia, giustamente, pensando più in grande rispetto ai mesi scorsi.

“Sono molto deluso: abbiamo preparato al meglio la gara negli ultimi giorni, ero ottimista, mi sentivo a mio agio, ma non ho potuto dimostrarlo perché il problema non lo ha permesso rallentando il mio ritmo. Non posso essere soddisfatto, ci vuole ben altro per esserlo. Oggi il secondo posto era alla portata, non sono per nulla contento. E’ vero, abbiamo massimizzato il risultato con quello che avevamo a disposizione, il problema è che ciò che avevamo non era abbastanza”.

Avrà poco tempo per rimuginarci su il buon Charles, visto che tra pochissimi giorni si tornerà in pista a Jeddah per il Gran Premio dell’Arabia Saudita, in un contesto totalmente diverso, su una pista che resetterà i valori in campo rispetto a quello che abbiamo visto in questo weekend. Certo è come la Red Bull sarà nuovamente la macchina da battere, ma sarà interessante vedere le nuove vetture su un tracciato per certi versi atipico, e nel quale anche la SF24 potrà dire la sua.


Autore: Andrea Bovone

Immagini: Scuderia Ferrari

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Suzuka
cielo sereno
16.9 ° C
17.8 °
16.9 °
90 %
0.8kmh
5 %
Dom
16 °
Lun
18 °
Mar
18 °
Mer
21 °
Gio
20 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings