domenica, Giugno 16, 2024

F1, GP Monaco telemetria: Ferrari ottimizza la trazione

Ferrari prende la pole con Leclerc. Una prestazione della F1 tutta rossa al top, gestita ottimamente dal pilota monegasco. Secondo Piastri che potenzialmente era da pole, terzo Sainz che era in grado di lottare per la partenza dal palo, quarto Norris un po’ opaco. Quinto Russell che mette la sua vettura davanti alla Red Bull di Verstappen, pasticcione con le gomme e tradito dalla voglia di strafare. Tramite i dati GPS possiamo analizzare in dettaglio la magia compiuta da Charles, esaminando le tre monoposto più rapide.

Esattamente come successo nella giornata di venerdì, la storica scuderia Mercedes ha mostrato una buona erogazione dell’energia ibrida nel primo rettilineo, consentendo a Russell la velocità più alta prima di curva 1. Il pilota inglese, inoltre, ha prediletto la fase di uscita, potendo così andare sul gas in anticipo e con un angolo volante inferiore, ottenendo di riflesso una trazione migliore verso la zona del casino.

Ferrari F1
telemetria T1 – Q3 – Gp Monaco 2024

Leclerc invece, con la sua Ferrari è stato abile a ritardare la fase di frenata e, pur avendo una velocità non molto altar alla in curva 1 (Santa Devota) è riuscito lo stesso a guadagnare nel bilancio globale della piega. La SF-24 EVO cerca di utilizzare la fase di ingresso per mettere via un buon vantaggio sfruttando la solidità del front-end. Russell è il più veloce del primo settore, anche grazie a un’impostazione differente delle curve 3 e 4. Come per la 1, l’inglese anticipa entrambe le staccate e raggiunge il 100% del gas prima degli avversari, portando più velocità nel rettilineo.

F1, GP Monaco T2: Ferrari paga in velocità minima ma favorisce la trazione

Nelle curve lente che aprono il settore centrale si nota uno stile di guida completamente diverso tra Leclerc e Piastri nei confronti di Russell. Sebbene la percentuale media di acceleratore sia abbastanza simile tra i tre piloti, Oscar e Charles spostano in avanti la fase di staccata, andando di conseguenza a posticipare l’input sul gas. Tuttavia, dal grafico relativo al delta, si nota come la Ferrari numero 16 mostri lo stile migliore guadagnando terreno rispetto gli avversari. Il poleman guidava una vettura più composta in trazione, compensando le velocità inferiori a centro curva.

Ferrari F1
telemetria T2 – Q3 – Gp Monaco 2024

In uscita dalla 8 Russell è stato nuovamente il più abile sul pedale dell’acceleratore ma, come per il tratto di percorrenza che porta al Casinò, Leclerc ha usufruito della spinta ibrida per raggiungere una velocità più alta rispetto agli altri due piloti. Alla chicane del porto Piastri ha posticipato eccessivamente la staccata pagando un’uscita peggiore, mentre Charles adotta un approccio di curve 10 e 11 dissimile rispetto agli altri due piloti, andando a diminuire dapprima la percentuale di throttle, ritardando così la staccata, ma senza perdere in termini di velocità minima.

F1, GP Monaco T3: Leclerc prende il largo alla Rascasse

Dai dati relativi all’ultimo settore pare che il poleman abbia conservato gli pneumatici molto bene, mantenendo grip sino al termine della tornata rispetto agli avversari. Nel T3 Russell e Leclerc mantengono un approccio più conservativo in ingresso rispetto a Piastri che invece massimizza la prestazione in frenata, sacrificando la trazione. Ferrari fa una grossa differenza alla Rascasse. Rispetto curva 16, dove George e Oscar hanno uno stile simile, il pilota di casa posticipa la staccata e è più abile nell’utilizzo del gas.

Sappiamo come gli pneumatici posteriori dopo un giro a Monaco siano altamente stressati dalle continue fasi di trazione. Nelle ultime due curve, invece, pare che Leclerc abbia potuto chiedere di più alle sue Pirelli a banda rossa, gomme che ha amministrato un po’ meglio nel corso del giro. In curva 18 e 19 Charles è andando sull’acceleratore in modo simile a Russell, pur portando una velocità maggiore a centro curva.

Ferrari F1
telemetria T3 – Q3 – GP Monaco 2024

Il primo tempo del Gran Premio di Monaco si è concluso con un Leclerc in vantaggio rispetto gli avversari. Ora lo storico team di Maranello non deve sprecare la grande chance a disposizione e concretizzare. Charles ha effettuato un lavoro certosino nella gestione delle mescole per tutto il suo ultimo giro push, sfruttando al meglio la power unit Ferrari sostituita all’ultimo istante. Vietato sbagliare, insomma, utilizzando una strategia di gara perfetta e che consenta al pilota di casa di realizzare l’anelito bramato.


Autori e grafici: Alessandro Arcari – @berrageiz – Leonardo Pasqual – @PasqualLeonardo

Immagini: Scuderia Ferrari – F1Tv

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo sereno
16.2 ° C
16.2 °
16.2 °
56 %
1.5kmh
10 %
Dom
20 °
Lun
28 °
Mar
32 °
Mer
33 °
Gio
29 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings