martedì, Giugno 25, 2024

F1, Mercedes: Imola “sliding doors” prestazionale della W15?

Mercedes, nella prima tappa della stagione europea di F1, ha fatto debuttare un ulteriore up-date, cercando di ottimizzare il pacchetto. A differenza degli ultimi due weekend di gara con formato sprint, in occasione delle libere del Gran Premio di Imola, si è tornati alla “classica” schedulazione del fine settimana. Fattore che ha consentito di acquisire molti dati nelle due ore di sessioni disponibili al venerdì, nonostante la bandiera rossa nelle Fp1 abbia ridotto l’azione in pista. Il clima più estivo che primaverile, ha consentito ai team tedesco di sfruttare le migliori condizioni per la raccolta dati e la verifica dei numerosi aggiornamenti portati dalla quasi totalità delle scuderie sulle rispettive monoposto.

Osservando le frecce nere e grigie, dopo i risultati incoraggianti della mattina la squadra si è concentrata sui long run nel pomeriggio. A differenza dei competitor, Lewis Hamilton e George Russell hanno iniziato la sessione con il compound Hard messo a disposizione dalla Pirelli. Entrambi i piloti hanno fornito feedback positivi in merito al passo e al bilanciamento della W15, riuscendo a ottenere crono di rilievo nonostante la mescola sulla carta più penalizzante, sul giro secco. Anche le performance con gli altri compound sono stati positivi, avvalorando la sensazione che lo sviluppo della monoposto stia finalmente procedendo nella giusta direzione.

Mercedes F1
Suggestiva immagine della W15 dopo la variante Gresini – Credit: www.mercedesamgf1.com

Nonostante le insidie di un tracciato di F1 “old style” che non perdona gli errori, grazie anche al maggior ricorso della ghiaia in alcuni segmenti del circuito, gli alfieri della stella a tre punte hanno colto il quarto e quinto tempo assoluto, a circa quattro decimi da Charles Leclerc, autore della migliore prestazione nelle free practice 2. Per la prima volta in questa stagione, per Mercedes c’è la sensazione che ci sia ancora potenziale da sbloccare nella W15, ipotesi che collocherebbe le frecce d’argento nelle prime due file dello schieramento di partenza.

F1, Mercedes filtra finalmente ottimismo

Per Lewis Hamilton la giornata di ieri è stata un buon inizio di fine settimana. Secondo il fuoriclasse anglo caraibico le due sessioni di libere sono state produttiva, riuscendo a testare senza problemi tutte e tre le mescole. Inoltre il bilanciamento della macchina è apparso buono offrendo un feeling positivo. Nonostante il buon inizio nel week end imolese di F1, il sette volte campione del mondo è consapevole che McLaren e Ferrari sembrano avere una marcia in più. Ciononostante crede che la W15 sia molto più vicina al vertice di quanto non lo sia mai stata, in questo avvio stagione.

Mercedes F1
Russell nel corso delle prove libere del GP di Imola – Credit: www.mercedesamgf1.com

Il pilota di Stevenage ha ammesso di essere davvero grato a tutti coloro che hanno lavorato così duramente per portare gli aggiornamenti, effort ripagato da un ottimo avvio del weekend, nonostante si tratti sempre di turni di prove libere e i valori in pista possono cambiare rapidamente. Il feeling a valle della giornata per George Russell è simile all’illustre connazionale. Secondo il boss della GPDA, la W15 è andata benissimo offrendo finalmente risposte positive al volante. Per il nativo di King’s Lynn la sua monoposto di F1 è stata più competitiva e conseguentemente più vicina alla testa della classifica rispetto a Miami.

Tuttavia anche il giovane inglese aspetta conferme nelle qualifiche, dove il team scoprirà esattamente il valore della W15 almeno sul giro secco. Anche secondo George, McLaren insieme alla Ferrari sono apparse il benchmark in questo primo scorcio del fine settimana. La speranza è di poter trovare un po’ più di velocità per poterle insidiare. Russell ha poi espresso gratitudine per gli sforzi compiuti dal team, per portare gli aggiornamenti sulla vettura così rapidamente. Per il direttore degli ingegneri in pista Andrew Shovlin la giornata di ieri è stata estremamente produttiva.

Secondo il britannico la monoposto ha funzionato bene nelle due sessioni, consentendo di migliorare il bilanciamento della vettura nel corso della giornata. Shovlin confida nell’apporto fornito dagli aggiornamenti introdotti sulla W15 che sembrano rispondere secondo le aspettative. Fattore incoraggiante anche se l’esperienza delle ultime gare ha fornito la consapevolezza che esiste un gap di discrete dimensioni ancora da colmare. La speranza del tecnico Mercedes è che la distanza dalla vetta si chiuda progressivamente attraverso gli sviluppi che saranno deliberati nelle prossime gare della stagione.

Mercedes F1
Lewis Hamilton (Mercedes AMG) a bordo della sua W15 – Gp Imola 2024

Nel frattempo c’è ancora molto su cui lavorare, sia per quanto riguarda le prestazioni sul giro singolo che sui long run. L’obiettivo per la scuderia pluripremiata nello splendido circuito italiano, consiste nel cercare di massimizzare il potenziale della Mercedes W15 in tutti i contesti competitivi. Accedere a tutta la performance a disposizione cercando di trovare un po’ di velocità aggiuntiva. Per farlo il team ha lavorato sodo anche durante la notte. Studio nel campo ipotetico, al simulatore, che fornirà ulteriori elementi per affinare il setup già molto buono, per realizzare un altro piccolo passo avanti e avvicinare gli avversari che a Miami parevano davvero lontani.


Autore: Roberto Cecere – @robertofunoat 

Immagini: Mercedes AMG F1 Team

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo sereno
26.2 ° C
27.5 °
25.6 °
57 %
4.7kmh
3 %
Mar
26 °
Mer
24 °
Gio
20 °
Ven
20 °
Sab
19 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings