Ecclestone: “a Vettel credo che gli sia bruciato un po’ il sedere…”

0
Sebastian Vettel e Bernie Ecclestone
Sebastian Vettel e Bernie Ecclestone si salutano nel paddock

Ecclestone: “a Vettel credo che gli sia bruciato un po’ il sedere…”


La settimana passata, l’attuale presidente onorario della Formula Uno ha stupito tutto il mondo con la sua futura paternità. Con tanto di frase ad effetto a supporto: “diventerò padre perché lasciando la Formula Uno ho avuto più tempo libero per praticare.” Mai scontato e sempre sul pezzo, Bernie Ecclestone ha sempre le idee chiare, questa volta opinando sul futuro del suo connazionale sei volte campione del mondo della Mercedes.

Si è parlato in lungo e in largo di un possibile approdo di Hamilton alla corte della scuderia di Maranello. Beh… secondo le ultime dichiarazioni di Ecclestone non sarebbe affatto una buona idea. L’ottantanovenne, malgrado Vettel sia uno dei tre piloti più forti del mondo, ricorda come il tedesco abbia perso la battaglia all’interno della Ferrari contro Leclerc. La stessa cosa che potrebbe tranquillamente succedere a Hamilton

Sebastian, ha probabilmente perso un po’ la testa anche per colpa della squadra e di come è stato trattato. Era il numero uno del team, ma poi improvvisamente è arrivato dal nulla un ragazzino di cui nessuno aveva sentito parlare. Dimostrando il suo valore, in Ferrari si sono innamorati tutti di lui. Conosco molto bene Sebastian. Anche se non parliamo di queste cose, credo che li sia bruciato un po’ il sedere…”

Ecclestone: “a Vettel credo che gli sia bruciato un po’ il sedere…”
Bernie Ecclestone e Lewis Hamilton passeggiano all’interno del paddock

È proprio il mancato sostegno che può cambiare lo scenario all’interno di una scuderia. Bernie ne è più che convinto, mettendo in guardia Lewis per il futuro…

Tutti questi ragazzi sono bravi anche grazie al tipo di supporto che ottengono dal proprio team. Hamilton ha tutto all’appoggio possibile in Mercedes. Alle sue spalle non gli manca assolutamente niente. Potremmo definirlo quasi come il responsabile della squadra. Se dovesse andare in Ferrari però, e se il loro semi-numero uno (Leclerc) dovesse continuare a correre così bene, per Lewis sarebbe difficile sopravvivere in quell’ambiente lì. Tutti sarebbero innamorati di Leclerc, e questo affosserebbe Hamilton…”

Il ragionamento di Bernie, fino a prova contraria non fa una piega. Fantasticando su un’ipotetica coppia Hamilton-Leclerc, di certo non mancherebbe una cosa: il talento…

Autore: Alessandro Arcari – @BerrageizF1 

Foto: Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui