F1 2021: Sainz entrerà in possesso dei segreti McLaren…

0
F1 2021: Sainz entrerà in possesso dei segreti McLaren...
Carlos Sainz. scuderia McLaren

F1 2021: Sainz entrerà in possesso dei segreti McLaren…


Carlos Sainz Jr, da dicembre, lascerà Woking per approdare alla corte di Maranello. Il mercato piloti 2021 ha approfittato della sosta determinata dal coronavirus per iniziare a mescolare le carte già prima dell’inizio della stagione 2020. A causa di questo, ci si chiedeva come si sarebbe comportata la McLaren, nei confronti del pilota, nell’immediato futuro. Lo avrebbe messo al corrente delle ultime novità, mettendogliele a disposizione sulla vettura, oppure avrebbe attuato un approccio diametralmente opposto, così da evitare che certi segreti finissero nelle mani sbagliate?

Interrogato a tal proposito al vodcast di ‘Sky Sports F1’, Zak Brawn (CEO del team) ha voluto rispondere in modo chiaro e netto: “Con Sainz correremo insieme la stagione 2020, in cui puntiamo ad avere molto successo entrambi. Carlos è un professionista come lo siamo anche noi. Penso che se iniziassimo a trattenere determinate informazioni non avremo un campionato di successo. Quindi ci concentreremo sul 2020 cercando di massimizzare tutte le opportunità. Credo che trattenersi non sia produttivo.

F1 2021: Sainz entrerà in possesso dei segreti McLaren...
McLaren festeggia il terzo gradino del podio ottenuto da Carlos Sainz Jr, Brasile 2019

Qualcuno potrebbe dire che sia facile per la McLaren attuare un approccio simile… In fin dei conti è la quarta forza del mondiale (guardando al 2019), mentre la Ferrari è attualmente superiore. Certo come darvi torto. Sarebbe stato più difficile per la Rossa gestire un problema del genere, che si ritroverà ad affrontare comunque nel caso in cui Vettel decidesse di trasferirsi in un altro team anziché ritirarsi. Tuttavia, le squadre in questione hanno modus operandi diversi, utilizzano soluzioni diverse e questo, come naturale che sia, porterà Carlos a fare delle valutazioni una volta che andrà a lavorare al simulatore di Maranello, prima e a salire sulla vettura 2021, nel corso dei test invernali poi.

Una situazione spiacevole in qualunque circostanza. Per di più, i team non avranno modo di apportare sostanziali modifiche alla vettura nel periodo di transito al 2021. Lo sviluppo sarà limitato alla ‘sola’ aerodinamica e a due parti meccaniche a scelta tra quelle messe a disposizione da regolamento. Tuttavia, l’amministratore delegato della McLaren crede che questo fatto sia più un vantaggio piuttosto che uno svantaggio: “L’auto 2021 sarà molto simile all’attuale. Forse se nel 2021 avessimo avuto una macchina nuova di zecca, ci saremmo trovati in una situazione scomoda di condivisione di dati sull’auto del prossimo anno. Ma trattandosi sostanzialmente della monoposto di quest’anno, non sono preoccupato. Conosco l’integrità di Carlos, quindi da parte nostra, saremo un libro aperto”.

F1 2021: Sainz entrerà in possesso dei segreti McLaren...
Norris e Sainz, la ‘bella coppia’ della Formula Uno

Oltre a queste due importanti ragioni, il manager statunitense ne aggiunge una terza. Il team e il pilota godrebbero di un ottimo rapporto di amicizia e fiducia, potutasi anche apprezzare nel video divulgato dal madrileno, in segno di ringraziamento, una volta divulgata la notizia del suo passaggio in Ferrari. “Fortunatamente abbiamo un ottimo rapporto con Carlos ha continuato Brown. “Durante l’inverno siamo stati molto trasparenti. È un professionista e per noi ha svolto un ottimo lavoro. La sua famiglia è nostra amica”.

Immancabile un pensiero sull’attuale coppia Ferrari. Sebastian e Charles daranno vita a problemi oppure si creerà un ambiente di collaborazione all’interno del box Rosso? “Penso che la coppia Vettel-Leclerc possa offrire uno spettacolo eccitante quest’anno. Sia positivamente che negativamente.” Questo il pensiero di Brown che ha concluso il suo intervento riservando un commento sui propri portacolori: “All’interno della squadra c’è molta armonia, con Carlos e Lando che si sfidano a vicenda mantenendo un sano rispetto reciproco.  Sono abbastanza orgoglioso della gestione fatta con loro. Se siamo diventati una squadra per cui i piloti vogliono guidare è anche per questa ragione”.


Autore: Marco Sassara@marcofunoat

Foto:  Alessandro Arcari – @berrageizf1  – Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui