Mugello – F1, trattative avanzate

0
Due Ferrari F1 in azione al Mugello Circuit nel corso delle Finali Mondiali Ferrari 2019

Mugello Circuit, la seconda tappa italiana del mondiale 2020. La scorsa settimana Ross Brawn aveva fatto il punto, nel corso di un’intervista per il sito ufficiale F1, sul possibile ingresso di nuovi tracciati nel calendario di questa stagione. Il direttore generale e responsabile sportivo Formula 1 aveva preso in considerazione le possibili candidature di quattro piste europee. Si trattano del Mugello Circuit e dell’autodromo di Imola in Italia, dell’Hockenheimring in Germania e dell’autòdromo do Algarve a Portimao in Portogallo.

Tutti i circuiti sopracitati hanno ottenuto l’omologazione di grado 1 da parte della FIA, conseguentemente possono ospitare un gran premio di Formula 1. Il Mugello Circuit, di proprietà della Ferrari, è il candidato principale a subentrare nel calendario della stagione che prenderà il via in Austria al Red Bull Ring il 5 luglio. Il circuito toscano è fortemente sponsorizzato dalla Scuderia di Maranello, in quanto verrebbe inserito la settimana successiva a Monza, il 13 settembre. Un back to back italiano, in modo tale che al Mugello ci sia la ricorrenza storica del millesimo gran premio in F1 del Cavallino Rampante.

Sull’ingresso del Mugello nel calendario 2020, è intervenuto il sindaco di Firenze Dario Nardella. A margine dell’evento che si è tenuto ieri pomeriggio in Piazza della Signoria a Firenze per salutare gli atleti della staffetta ‘Obbiettivo Tricolore‘, il politico nativo di Torre del Greco si è espresso ai microfoni di Sky Sport sulla possibilità di vedere un GP di F1 al Mugello.

Mugello Circuit
Mugello Circuit

Quest’anno è fondamentalmente scontato il fatto che ci sarà un secondo gran premio in Italia. Di conseguenza ce la possiamo giocare per la prima volta, per una manifestazione sportiva di così elevata caratura internazionale che sarebbe storica. Rimarrebbe negli annali del motorsport, ma anche nella storia di Firenze. Incrociamo le dita, non siamo mai stati così vicini all’eventualità di avere la Formula Uno a Firenze e all’autodromo internazionale del Mugello” ha dichiarato Nardella.

La pista toscana è rimasta orfana del gran premio d’Italia di MotoGP, che è stato recentemente cancellato per il 2020. Rimpiazzare il motomondiale con la Formula 1 sarebbe comunque straordinario sia per gli organizzatori dell’evento sia per il capoluogo fiorentino. A tessere le lodi sull’autodromo di Scarperia e San Piero ci ha pensato Mark Webber.

L’ex pilota della Red Bull si è espresso di recente, nel corso del podcast ‘F1 Nation’ sul sito ufficiale della Formula 1, sul possibile ingresso nel calendario del tracciato fiorentino: “mi ricordo che nel 2012 avevamo svolto dei test al Mugello prima del gran premio della Spagna. Come avevo detto in quella circostanza, dieci giri al Mugello sull’asciutto equivalgono a mille ad Abu Dhabi in quanto a soddisfazione. Se ci correranno, ai piloti gli si spaccherà il collo con le monoposto che hanno adesso – ha evidenziato l’australiano – è davvero velocissima la pista. Nessuna testa di un pilota potrà resistere alla curve della pista toscana” ha concluso l’ex pilota Porsche LMP1.


Autore: Dennis Ciracì | @dennycira

Foto: Mugello Circuit

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui