Leclerc: “Risultato oltre le aspettative”

0
Non mi piego
Charles Leclerc esulta dopo il secondo posto ottenuto al Red Bull Ring

Leclerc e un inizio di mondiale 2020 ben oltre le aspettative. Il monegasco della Ferrari è stato autore di una gara consistente, senza sbavature e aggressiva. Il ferrarista ha colto ogni occasione che gli si è presentata per agguantare un risultato insperato alla vigilia. Il secondo posto finale è stata la dimostrazione di quanto Charles sia stato abile e combattivo in ogni frangente della corsa. Perchè la SF1000 non è attualmente una monoposto in grado di competere ai vertici della classifica.

Per questo motivo il risultato odierno non deve trarre in inganno. A Maranello sanno che le performance messe in mostra dalla vettura nel corso del fine settimana austriaco, non sono al livello delle scuderie di vertice. L’aspetto positivo della SF1000 è l’affidabilità, come si è potuto evincere dalla gara ‘ad eliminazione’ di oggi pomeriggio.

Entrambe le Mercedes hanno avuto problemi con dei sensori all’interno della scatola del cambio. Problema di lieve entità, ma da non sottovalutare. Ambedue le Red Bull si sono ritirate per problemi alla PU Honda. La Racing Point di Stroll si è ritirata per problemi alla power unit Mercedes. Anche Ricciardo ha dovuto alzare bandiera bianca per l’inaffidabilità del propulsore ibrido Renault.

Charles Leclerc alla guida della SF1000 al Red Bull Ring
Charles Leclerc alla guida della SF1000 al Red Bull Ring

Il bilancio in termini di punti guadagnati è stato positivo. Mentre il livello di competitività della SF1000 preoccupa. Su questi due aspetti si è soffermato Charles Leclerc, intervistato al termine della gara dall’emittente televisiva ‘Sky Sport F1’: “il risultato è chiaramente oltre le nostre aspettative. Abbiamo fatto tutto in modo ordinato senza errori, il risultato odierno è la testimonianza che tutto può accadere. Dobbiamo tenere duro mentalmente, anche se sappiamo che non sarà facile”.

Il nostro livello di competitività rimane quello che si è visto ieri – ha sottolineato Leclerc per questo voglio chiarire che non dobbiamo aspettarci il fatto che ogni weekend sarà così. Oggi comunque abbiamo fatto un gran lavoro di squadra con la strategia e anche con l’assetto della macchina che è stato buono. C’è tanto lavoro da fare sicuramente. E’ altrettanto vero che un secondo posto in una situazione così è proprio quello che dovevamo ottenere. Conseguentemente sono molto contento e fiero di tutti”.

Infine, il pilota classe 1997 ha dato la livella delle prestazioni attuali della SF1000: “per il momento siamo nel gruppo con la McLaren e la Racing Point. Onestamente, credo a grandi linee il nostro livello sia quello. Sorpassare è molto ostico per noi in quanto, rispetto a loro, facciamo molta fatica nella prima sezione del tracciato. Nel terzo settore recuperavo un po’ di margine. Ma nel primo tratto ci sono le più alte possibilità di sorpasso e noi non riusciamo a stare dietro agli avversari. Dobbiamo restare uniti e lavorare. A Budapest ci sarà il nuovo upgrade, ma stiamo dando il massimo di noi stessa, e questa è una gran mentalità. Mi auspico di riportare il Cavallino Rampante dove merita” ha concluso Charles Leclerc.

Autore: Dennis Ciracì | @dennycira

Foto: Scuderia Ferrari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui