Binotto: “Vettel ha compromesso la sua gara in partenza”

0
Ferrari contro Mercedes: scontro tra titani per il controllo della F1
Mattia Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Binotto: “Vettel ha compromesso la sua gara in partenza”


Dopo il GP del 70° anniversario, arriva il consueto punto del weekend del Team Principal Ferrari, Mattia Binotto. Dichiarazioni a SkySport F1 che non si limitano all’analisi della gara dei suoi due piloti, ma che spaziano anche con una presa di posizione molto netta sull’affaire Racing Point.

Partiamo proprio da quest’ultima questione: “Come Scuderia Ferrari, ci siamo già espressi venerdì: ci sono state le proteste e poi, un verdetto che stabilisce quanto compiuto come illegale. Questo è un punto di partenza: è stata stabilita l’esistenza di un’irregolarità, una violazione di regolamento.” Arriva l’affondo: “E’ come copiare un compito; c’è chi lo copia e chi lo passa. Non c’è niente da aggiungere. I fatti sono evidenti, non si tratta di essere arrabbiati, ma siamo avversari ed ognuno guarda al proprio interesse. Abbiamo deposto le nostre intenzioni d’appello perchè riteniamo che la penalità comminata non sia adeguata, abbiamo 4 giorni per confermarle l’azione, andiamo avanti.”

Passiamo all’analisi della gara odierna, iniziando con il quarto posto di Charles Leclerc: “In gara sia Mercedes che Red Bull con Verstappen sono più veloci di noi, quindi il quarto posto è la nostra massima ambizione attuale.” Si entra nel dettaglio della corsa del giovane monegasco: “Bella la sua rimonta: da decimo al primo giro, alla quarta piazza finale. Ieri in qualifica siamo stati in difficoltà con le gomme più morbide senza riuscire ad utilizzarle sul giro secco. Oggi, invece, abbiamo avuto con lui davvero un bel ritmo gara.”

Binotto: "Vettel ha compromesso la sua gara in partenza"
Gp 70° Anniversario F1: il momento dell’unica sosta effettuata da Charles nell’arco della gara

La prestazione odierna della Rossa in chiave di una qualità migliorata, sebbene sempre non all’altezza del blasone, ha spiazzato anche Charles. Binotto: “Noi perdevamo molto nelle curve veloci, si è visto anche lo scorso fine settimana: oggi, invece, grazie alle condizioni ambientali e al tipo di gomma, abbiamo trovato il bilanciamento giusto che ha permesso di spingere più’ di più ed essere maggiormente veloci in quelle curve.”

L’altra faccia della medaglia, purtroppo assai meno brillante, è ancora quella di Sebastian Vettel:Non credo che Seb abbia perso la fiducia nel nostro gruppo, bensì che sia un momento difficile per lui: sia in qualifica ieri, sia in entrambe le gare qui a Silverstone, in cui non ha trovato fiducia e confidenza con la vettura.” Binotto giudica come decisivo il testacoda allo start del tedesco, anche in chiave delle successive scelte strategiche: “Si è girato in partenza, mettendo le ruote sull’erba, quindi la sua è stata una gara in salita. Per le strategie c’è poco da dire: sì, forse abbiamo anticipato la sua sosta di qualche tornata rispetto all’ideale e questo gli ha fatto perdere una posizione su Raikkonen, ma comunque sapevamo avrebbe recuperato agevolmente. Al contrario, questa decisione ha permesso a Charles di proseguire nella sua rimonta.”

La conclusione del TP è  fermissima: “Complessivamente per la squadra quella era la scelta corretta, non lo abbiamo penalizzato: infatti ha ripreso subito Kimi, un overcat su Kvyat non sarebbe stato possibile, perchè andava forte quanto Vettel in quel frangente di gara. Dopo, invece, ha fatto un un undercut su Sainz. “Sarebbe arrivato comunque dodicesimo: la sua gara è stata compromessa in partenza, questo è qualcosa che è capitato, non imputabile alla scelta della strategia.”

Binotto: "Vettel ha compromesso la sua gara in partenza"
Gp 70° Anniversario F1, Vettel si gira al via

E per la prossima gara a Barcellona? “Da parte nostra valuteremo tutto il possibile per aiutare Vettel: sarà un’altra pista, che lui conosce bene quanto questa, con un differente carico aerodinamico, il massimo disponibile, quindi ci saranno proprio altre condizioni. Se modifiche al telaio fossero decisive per aiutare Seb a trovare confidenza, le faremo”.

In vista della gara spagnola, pensando a quanto osservato negli ultimi GP, ci si domanda se la gestione gomme Ferrari potrà essere un fattore a favore della scuderia italiana, ma Binotto lo esclude: “Non credo lo sia, non abbiamo un punto di forza in questo momento. Oggi qualcuno ha avuto blistering forse per il maggior carico aerodinamico. A Barcellona ci saranno condizioni molto diverse, per cui non mi sento di dire che avremo un vantaggio.


Autore: Elisa Rubertelli – @Nerys_

Foto: Ferrari – Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui