Gp Spagna 2020-FP1: Red Bull e Ferrari vicine, e c’è anche Vettel…

0
Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Gp Spagna 2020-FP1: Red Bull e Ferrari vicine, e c’è anche Vettel…


Le FP1 iniziano tranquille senza una grande attività nei primi 20 minuti. Si comunica il ritorno in pista di Sergio Perez (pilota Racing Point, risultato finalmente negativo al covid nella giornata di mercoledì) e dell’impegno di Roy Nissany (pilota Formula 2) in Williams al posto di George Russell solamente per questi primi 90 minuti di libere. Mara Sangiorgio, inviata ‘Sky‘ ci fornisce subito delle importanti indicazioni: innanzi tutto la direttiva della FIA in merito all’utilizzo del ‘party mode‘ dovrebbe arrivare solamente all’inizio della prossima settimana, mentre ci sarebbero delle brutte notizie per quanto riguarda la situazione power unit di Sebastian Vettel. Irrecuperabile l’ICE (sostituito dopo le FP2 del Gp del 70° Anniversario della F1). Evidenziato un problema a cui il team non si è dato ancora una spiegazione. Riutilizzabili invece il Turbo e l’MGU-H, elementi che in via precauzionale dopo il problema riscontrato sulla vettura numero 5, il team era andato a sostituire anche sulla vettura di Charles Leclerc.

Condizioni meteo iniziali: cielo sereno, quasi totale assenza di vento e condizioni già caldissime. Temperatura della pista: 36°C, aria: 28°C; umidità: 60%. Sessione dicevamo che procede senza problemi fino alle 11:40, con la Ferrari che nelle prime fasi si dedica con Leclerc alla raccolta dati montando un bel rastrellone dietro al diffusore. Successivamente i top team vanno in pista per cercare i tempi montando le mescole più dure C1 e C2. Questa che segue è la situazione che ne emerge al termine del primo run alle ore 11:40. Tempi ottenuti con le seguenti mescole: Hard per Hamilton, Verstappen, Leclerc, Albon, Vettel, Norris, Magnussen e Kvyat che però è senza tempo. Media per Bottas, Grosjean, Sainz e Gasly, gomma Soft per gli altri.

Gp Spagna 2020-FP1: Red Bull e Ferrari vicine, e c'è anche Vettel...
Còassifica ore 11:40

Tutto prosegue, i piloti montano le mescole più soffici per effettuare il secondo run che genera la classifica che vedrete riportata a seguire. Ottavo tempo di Albon otenuto su gomma Soft usata. Purtroppo sfortunato il thailandese che proprio nel suo giro veloce (ore 12:05) ha rilevato un problema alla power unit che lo ha costretto a rientrare lentamente ai box nel giro successivo. Anamalia che viene risolta celermente e intorno alle 12:15 Alex riesce a tornare in pista con le gomme utilizzate in precedenza ottenendo l’ottavo crono finale. Queste le mescole utilizzate dai piloti per ottenere i propri giri veloci: Medie per Perez, Stroll, Ocon e Nissany; Hard per Ricciardo e Latifi; Soft per tutti gli altri.

Gp Spagna 2020-FP1: Red Bull e Ferrari vicine, e c'è anche Vettel...
Classifica finale FP1

Dopo un avvio un po’ a rilento, finalmente Vettel torna nella parte alta della classifica subito dietro a Charles Leclerc. Sebbene il distacco dalla Mercedes sia elevato, più contenuto il gap della Ferrari nei confronti di Max Verstappen (poco più di due decimi). Bisognerà vedere però come si comporteranno le Racing Point con le Soft, utilizzate solo nei primi minuti di sessione con pista ovviamente più sporca. Ancora presto per parlare del passo gara, di cui si avranno più informazioni al termine delle FP2. Non mi resta che augurarvi un buon pranzo e di ricordarvi la diretta delle seconde libere a partire dalle ore 15:00. Vi aspetto.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui