Hulkenberg festeggia cautamente: “domani il collo farà male…”

Hulkenberg festeggia cautamente: “domani il collo farà male…”


Sorpresa di giornata, con una Racing Point tornata “in palla” già dalle libere di venerdì, lo splendido terzo posto in qualifica di Nico Hülkenberg. Una prestazione superba quella del pilota tedesco, più veloce di due decimi e mezzo rispetto al compagno di squadra Lance Stroll, classificatosi in sesta piazza. Un’impresa che acquisisce ancor maggior valore, se guardata alla luce del rientro precipitoso del driver di Emmerich am Rhein, richiamato in fretta e furia lo scorso settimana a sostituire Sergio Perez positivo al COVID-19.

Pare una favola, specie tenendo presente che Nico in 180 GP disputati in F1 non è mai salito sul podio e che ora, quando non pareva più possibile, guida (bene!) un mezzo che rende la possibilità di ottenere questo risultato assai concreta.

La felicità del trentaduenne è palpabile appena sceso dalla monoposto e, posso dire senza timore di smentita, fa piacere ad ogni appassionato di motorsport, vista la sua grande esperienza nel Circus. “Ho perso la percezione del tempo da quando sono rientrato: sono passate due settimane, dieci giorni?! Lo scorso weekend ho vissuto un picco di emozioni contrastanti: prima la gioia del rientro inaspettato, poi l’enorme delusione del mancato start domenica.” (La sua Racing Point fu bloccata da un problema tecnico prima del via, restando al box).

Hulkenberg festeggia cautamente: "domani il collo farà male..."
Nico Hulkenberg, Racing Point RP20, Gp del 70° Anniversario della F1

Hülkenberg offre una visione d’insieme della sua sessione: “Le mie qualifiche sono state un po’ complicate, perchè in Q2 ho commesso un errore a causa di cui ho temuto d’aver danneggiato la macchina. Poi, nel Q3 ho spinto al massimo e sono persino sorpreso di aver ottenuto questa posizione ma, anche se non si vede per via della mascherina che indosso, ho un grande sorriso in volto.”

La pausa dall’attività, da fine stagione 2019 fino al GP di Gran Bretagna di sette giorni fa, pone un tema concreto (ancor di più su una pista in cui le forze laterali sollecitano pesantemente il pilota): la tenuta fisica sui 52 giri previsti domani. “Ho avuto una settimana in più per preparami – dice il tedesco ai microfoni della FOM-  ma di sicuro domani il collo mi farà male, specie non avendo potuto correre la scorsa gara, riprendendo i movimenti e la partenza. Con questa macchina per me è tutto nuovo, ma cercherò di imparare in fretta e mantenere questa vettura nelle posizioni che merita.”

Sicuramente, con questa performance Nico ha attirato di nuovo su di sè l’attenzione di più di un team in chiave stagione 2021; ma il tedesco, giustamente, è totalmente proiettato sul GP di domani che assorbe tutto il suo orizzonte che pare lucido e non intaccato dall’emotività. “E’ ancora un po’ presto per parlarne, ora voglio pensare solo alla gara. Di certo, questo è un  momento cruciale per me, ma non è ancora il momento di esultare, prima viene domani.”


Autore: Elisa Rubertelli – @Nerys_

Foto: Racing Point

Elisa Rubertelli
Le parole creano universi e io ci vivo immersa, in precario equilibrio sul filo del tempo. Il mio ossigeno è di carta. Bookblogger, SMM Festival del giornalismo Culturale, Ayrton Senna Sempre, in love with F1 since 1984, Radio addicted, tennis lover.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
5,930FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo coperto
21.7 ° C
22.9 °
20.6 °
69 %
1.8kmh
95 %
Mer
23 °
Gio
25 °
Ven
20 °
Sab
22 °
Dom
24 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings