Ferrari: approcci diversi tra Vettel e Leclerc in vista di qualifiche e gara…

0
Charles Leclerc, Ferrari, stagione 2020

Ferrari: approcci diversi tra Vettel e Leclerc in vista di qualifiche e gara…


Il venerdì della Scuderia Ferrari è iniziato in maniera migliore rispetto a quello vissuto solamente sette giorni fa. Lo si sa, non si è abituati a vedere la SF1000 navigare in queste posizioni, però questo passa il convento e per il momento, sopratutto a Monza, bisognerà essere molto soddisfatti se si riuscisse a superare il Q3 e conquistare qualche punticino alla domenica. La classifca scaturita in FP2 delinea, come dicevamo, un quadro che da molte speranze sotto questo aspetto. Con il tempo di 1’21”503 (nel 2019 aveva chiuso la giornata al comando girando in 1’20”978) Charles Leclerc si è guadagnato l’ingresso in top ten (nono posto tra le Racing Point) con Sebastian Vettel che ha chiuso al 12° posto a poco più di 2 decimi dal compagno di squadra.

Non si può comunque avere la certezza che almeno uno dei due alfieri del Cavallino riesca ad ottenere un posto in Q3 al termine delle prove ufficiali di domani pomeriggio. Ricciardo (15°) ha ampiamente dimostrato di averne di più (il suo crono 1’21”basso è stato cancellato per aver oltrepassato i limiti della pista), e anche Albon ed Ocon saranno sicuramente delle mine vaganti. In più non si può essere tranquilli nemmeno in configurazione di passo gara dal momento che sia Vettel che Leclerc sono stati protagonisti di due errori in percorrenza delle Lesmo (Sebastian si è girato mentre Charles è riuscito a controllare la vettura portandola però sulla ghiaia). Il lavoro di questa notte sarà fondamentale per assicurarsi di avere il migliore set up possibile per le prossime due giornate.

Ferrari: approcci diversi tra Vettel e Leclerc in vista di qualifiche e gara...
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Gp d’Italia 2020

L’auto è molto difficile da guidare ha esordito Charles Leclerc concedendo un’intervista riportata sul sito ufficiale della Formula Uno. “Era molto difficile guidare in configurazione gara con carburante a bordo. Quindi dobbiamo assolutamente cercare di trovare qualcosa per domenica, altrimenti sarà molto, molto dura. Stiamo riscontrando un bel po’ di difficoltà con il bilanciamento e a tenere sotto controllo il degrado degli pneumatici. Quindi c’è sicuramente molto lavoro da fare” ha concluso riferendosi alle cose da cambiare in vista di domenica.

Più positivo invece il commento riguardante le prove ufficiali di domani pomeriggio: Fortunatamente il ritmo in qualifica sembra positivo. Si spera nell’ingresso in Q3, ma penso che al limite saremo molto vicini. Per ora, realisticamente, non abbiamo ancora le prestazioni per entrare in Q3, ma ci siamo vicini… Non credo si possa trovare qualcosa di più per migliorare il ritmo in qualifica, mentre per quanto riguarda la gara possiamo ancora provare qualcosa di diverso. Purtroppo non è stata la nostra migliore giornata sotto questo aspetto”.

Ferrari: approcci diversi tra Vettel e Leclerc in vista di qualifiche e gara...
Sebastian Vettel, Ferrari, stagione 2020

Opinione contrastante quella di Sebastian Vettel che (sempre secondo quanto riportato dal sito ufficiale della categoria) concorda con il compagno di squadra solamente su un punto: La macchina è stata difficile da guidare oggi, ma non è la prima volta.” Approccio invece totalmente diverso tra il tedesco e il monegasco per quanto riguarda il lavoro da svolgere in vista di qualifiche e gara: “Cosa ci manca? Perdiamo nei rettilinei, cosa già prevista. Dobbiamo però cercare di trovare il grip in ingresso curva: stiamo soffrendo un po’ con tutte e quattro le ruote. L’auto scivola parecchio ed è problema. È davvero difficile cercare di mettere tutto assieme e fare un giro buono. Stiamo cercando di migliorare in vista di domani“.

Da cosa dipendono queste difficoltà? In parte dipende da Monza, in parte dalla nostra autopuntando il dito per l’ennesima volta, a ragione, contro la SF1000. “Purtroppo l’auto è quella che è e stiamo cercando di utilizzare tutto il tempo a nostra disposizione per migliorare ed essere in una posizione migliore domani. La gara sarà comunque difficile: combatteremo contro altre auto, staremo in mezzo al gruppo e non è come correre davanti con l’aria pulita. Ce ne preoccuperemo comunque domenica. Ora bisogna pensare a domani e ad avere una macchina migliore. Perché se la macchina sarà migliore domani, con molta probabilità lo sarà anche domenica“.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – Formula Uno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui