Gp Russia 2020: Live Gara

0
Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Stagione 2020

Gp Russia 2020: Live Gara


Buongiorno a tutti amici e amiche di FUnoAT e bentrovati per la diretta del decimo appuntamento stagionale sul circuito di Sochi. Lo si è già detto, ma lo ripetiamo. Quest’oggi Lewis Hamilton potrebbe raggiungere un traguardo molto importante per la sua carriera: qualora riuscisse a vincere la gara otterrebbe la sua 91esima vittoria in F1 andando ad eguagliare il record di Michael Schumacher (per il momento da solo in testa a questa ambita classifica). Lewis, per ottenere questo risultato dovrà però protteggersi da Verstappen e Bottas che partiranno alle sue spalle con gomme Medie. Il lungo rettilineo che porta alla staccata di curva-2 sarà il primo punto critico in cui Lewis dovrà prestare molta attenzione, non sarebbe la prima volta che il poleman perda la testa della gara proprio in partenza qui a Sochi.

Secondo poi, se le Soft potranno garantire a Lewis un miglior stacco al via, le Medie montate sulle vetture di Max e Valtteri permetteranno loro una migliore gestione e potranno attaccare il britannico senza alcun remore sin dalle prime fasi (scorri in basso per il punto sulle possibili strategie di gara). Grazie alle penalità dell’ultimo minuto, la sostituzione del cambio sulle vetture di Alexander Albon (Red Bull) e Nicholas Latifi (Williams) comportarà loro un arretramento di 5 posizioni sulla griglia, i piloti Ferrari, Charles Leclerc e Sebastian Vettel (qui l’analisi dell’incidente avuto ieri in qualifica) guadagneranno una posizione a testa. Il monegasco scatterà così dalla 10° piazza, mentre Vettel dalla 14°.

La gara delle due Ferrari sarà senz’altro in salita. Tuttavia più del risultato finale, oggi sarà importante vedere se Charles e Sebastian riusciranno ad avere un ritmo costante, associato ad una migliore gestione degli pneumatici, in grado da permettere ai piloti di lottare a centro gruppo. Fattore che ha condizionato negativamente i passati Gp. I due piloti potranno scegliere le gomme da utilizzare al via: ci si attende l’utilizzo della gomma Media, soprattutto perché sono attese temperature più elevate rispetto a ieri…

Ho parlato anche troppo, iniziamo dunque la cronaca diretta dei fatti in arrivo dal circuito. Il via della gara è fissato per le 13:10. Di seguito gli aggiornamenti.


Live Gara

14:53 – Termina dunque qui la cronaca odierna. Appuntamento per l’11° Gp stagionale in terra teutonica fissato per il weekend dell’11 ottobre. Buon proseguimento di giornata. A breve il resoconto.

14:52 – 4° Perez, Ricciardo, Leclerc, Ocon, Kvyat, Gasly e Albon a chiudere la Top Ten. Questa la classifica finale.

Classifica finale

14:48Vince la gara Valtteri Bottas che anche grazie al punto addizionale guadagna 11 punti su Lewis Hamilton che non va oltre la terza posizione (44 punti ora dividono Valtteri dalla leadership). Secondo Max Verstappen autore di una gara del tutto in solitaria. Niente record per Lewis Hamilton che tenterà di eguagliare le 91 vittorie di Michael Schumacher tra due settimane in Germania.

Con le penalità odierne Hamilton raggiunge 10 punti sulla superlicenza, a 12 si ritroverebbe a dover forzatamente saltare una gara.

53/53 – Ultimo giro!!

52/53 – Comunichiamo che Vettel chiuderà un’altra volta la gara da doppiato in 13° posizione. Nonostante questo oggi Sebastian ha avuto un ruolo importante nella gara di Leclerc facendogli guadagnare almeno due posizioni.

52/53 – Bottas aveva rallentato soltanto per cercare il giro veloce: 1’37”030!

51/53 – Verstappen ha ricucito molto dello svantaggio che aveva nei confronti di Bottas. In questo giro Valtteri ha girato in 1’40”3 contro l’1’38”7 di Max.

50/53 – Leclerc stabilmente sesto. 10 secondi il ritardo su Ricciardo, 7 secondi il vantaggio su Ocon. 13° Vettel.

49/53 – Norris ai box lascia la 10° posizione ad Albon. 15° Norris con gomma Media nuova.

49/53 – Giro veloce per Verstappen: 1’37”715

48/53 – Gasly supera Norris e si va a prendere la nona posizione. Il compagno di squadra Kvyat si trova in zona DRS e prova l’attacco su Ocon per la settima poszizione. Intanto Gasly (scusate non l’ho detto) in precedenza aveva perso la posizoone su Norris e Albon perché aveva sfruttato il regime di VSC per montare gomme Medie.

47/53 – Stabile la situazione al vertice: Bottas ha 9 secondi su Verstappen, che a sua volta ha 10 secondi su Hamilton.

46/53 – Lotta tra Norris, Albon e Gasly. Albon passa da attaccare la McLaren a difendersi e a dover cedere la posizione a Gasly. 9° Norris, 10° Gasly, 11° Albon.

44/53 – Classifica e distacchi dopo la VSC. Nel frattempo Albon ha avuto la meglio anche di Gasly. Zona punti per Albon.

43/53 – Bandiera verde.

43/53 – VSC per sistemare i danni fatti da Grosjean…

43/53 – Albon supera Magnussen per lì11° posizione.

42/53 – Vettel va all’attacoo di grosjean, i due si toccano in curva-2 con Grosjean che va a colpire le paratie di polistirolo poste dalla FIA per delineare il percorso di rientro in pista. 14° Vettel, 15° Grosjean.

40/53 – Classifica e distacchi.

39/53 – Albon supera Grosjean e si prende la 12° posizione.Gara anonima da parte di Alex.

38/53 – Ricciardo incrementa il ritmo e porta il suo vantaggio a quasi 6 secondi su Leclerc. Charles con 6,7 secondi su Ocon. Kvyat nonostante una gomma di vantaggio non riesce a superare la Renault di esteban davanti a lui.

38/53 – Raikkonen rientra ai box per montare gomma Media (partenza su hard). 16° alle spalle di Vettel. 9° Gasly, 10° Norris.

36/53 – Giro veloce di Bottas: 1’37”807

36/53 – Leclerc per ora stabile in sesta posizione, mantiene il ritmo di Ricciardo e riesce anche ad essere più veloce di Ocon (a 6 secondi). Il francese ora deve guardarsi le spalle da Kvyat in zona DRS.

35/53 – Sembra essersi stabilizata la gara davanti: Bottas guida con 13 secondi su Verstappen, segue poi Hamilton a 10 secondi di distanza dall’olandese.

34/53 – Gasly supera Raikkonen guadagnando la nona posizione. Leclerc riesce a mantenersi a 3,3 secondi da Ricciardo che dovrà scontare 5 secondi di penalità a fine gara.

32/53 – Dopo che tutti hanno effettuato la sosta è tempo di aggiornarci guardando la classifica e i distacchi.

31/53 – rientrano ai box Kvyat e Vettel. 8° Kvyat con gomma Media (partito con Hard), 16° Vettel con gomma Hard (partiva con Media).

29/53 – Penalità per Daniel Ricciardo: 5 secondi per esser uscito dalla pista e non aver rispettato i paletti imposti dalla federazione per effettuare un ritorno in pista sicuro.

29/53 – Pit Stop per Leclerc che monta gomma Hard e torna in pista in settima posizione esattamente tra le due Renault, anche se di pochissimo davanti ad Ocon. 6° Ricciardo, 7° Leclerc, 8° Ocon.

28/53 – Si perdono circa 25 secondi nella sosta. Leclerc se pittasse ora potrebbe ritrovarsi in mezzo alle due Renault. Nel frattempo anche Ocon supera Vettel.

27/53 – Leclerc deve ancora effettuare la sosta. Ricciardo supera Vettel e si prende la settima posizione. Vettel ha fatto il massimo per tenersi dietro le Renault.

27/53 – Box anche per Bottas. Bottas non perde neanche la posizione su Leclerc. Primo Bottas con gomma Hard. 5”8 tra Bottas e Leclerc. Primo Bottas, secondo Charles, terzo Verstappn (che supera Kvyat).

26/53 – Verstappen effettua il pit stop, monta la Hard tornando in pista davanti ad Hamilton per soli 5”7.

25/53 – Ocon lascia passare Ricciardo per fargli tentare l’attacco su Sebastian Vettel.

25/53 – Bottas guida la gara con disinvoltura, quasi 1”4 guadagnato in questo giro su Verstappen. 10” tra loro.

24/53 – Leclerc sta tenendo un ottimo ritmo, migliore delle Renault, frenate dal compagno Sebastian Vettel. Leclerc gira in 1’40”7, Vettel 1’41”4. Leclerc ora ha circa 20” di vantaggio sulle Renault.

23/53 – Devono ancora effettuare il pit stop nell’ordine: Bottas, Verstappen, Leclerc, Kvyat, Vettel, Raikkonen. Gli altri avendo montato la Hard potrebbero tentare di andare fino alla fine.

23/53 – Classifica dopo le soste da parte di tutti i piloti che sono partiti con gomma Soft.

22/53 – Giro veloce di Bottas: 1’39”081!

21/53 – Pit Stop per Perez. Gomma Hard. Torna in pista sesto alle spalle di Lewis Hamilton.

21/53 – Giro veloce di Bottas: 1’39”221. Verstappen fa 1’40”0.

20/53 – Gira bene Leclerc sullo stesso passo di Perez e Kvyat. Magnussen ai box per montare gomma Hard, questa la classifica.

19/53 – Vettel tenta di resistere agli attacchi di Hamilton, lo fa in alcune curve ma poi Lewis ha la meglio. Hamilton 7°. Ocon effettua la sosta e ora si ritrova in 9° posizione con gomme Hard.

19/53 – Giro veloce per Bottas: 1’39”375.

18/53 – Leclerc in zona DRS su Gasly.

18/53 – Giro veloce di Bottas che ora ha un grande vantaggio su Hamilton: 1’39”439.

17/53 – Ora Leclerc in sesta posizione sembra avere un passo migliore di gasly, riesce a tenere a distanza Kvyat ed è a caccia di Pierre. Leclerc a 1”3 dalla 5° posizione.

17/53 – Pit Stop per Lewis Hamilton che dovrà scontare i 10 secondi di penalità. Hamilton torna in pista in 11° posizione alle spalle di Vettel con gomma Hard.

16/53 – Pit stop per Daniel Ricciardo. Gomma Hard per l’australiano che torna in pista in 14° posizione.

15/53 – Perez sorpassa Ricciardo percorrendo all’interno curva 3. Gran bel sorpasso. 5° Perez, 6° Ricciardo.

15/53 – Hamilton fa giro veloce e chiede al team di stare fuori il più possibile: 1’39”773. Confermati i 10 secondi di penalità per Lewis.

14/53 – Nel frattempo Vettel si trova in 13° posizione a ttaccato agli scarichi di Giovinazzi, entrambi con gomme Medie.

13/53 -Kvyat supera Magnussen e con gomme Hard si mette all’inseguimento di Leclerc. 4,6 secondi tra Leclerc (8°) e Kvyat (9°).

13/53 – Leclerc si trova a 3 secondi e 3 da Gasly, Magnussen alle spalle del monegasco si trova a 3, 8 secondi.

12/53 – Finalmente Leclerc fa un 1’41”9. Hamilton 1’41”5, Bottas 1’41”2, Verstappen 1’41”4, 1’41”5 per Ocon , Ricciardo e Perez, 1’41”8 per Gasly.

11/53 – I piloti nelle prime 7 posizioni riescono a girare sotto l’1’42”, mentre Leclerc gira in 1’42”2, poi Magnussen 1’42”8, Kvyat 1’42”4

10/53 – Hamilton ora fa 1’41”7, Bottas 1’41”3, Verstappen 1’41”1. Classifica e distacchi.

Classifica 10/53

9/53Kvyat scala la classifica, supera Grosjean e si porta in zona punti in 10° posizione. Nulla cambia nelle prime posizioni.

8/53 – Arriva anche un secondo comunicato riportante 5 secondi di penalità. Potrebbero essere dunque 10 i secondi che Hamilton dovrà scontare durante la prima sosta, vedremo.

7/53 – 5 secondi di penalità per Lewis Hamilton da scontare subito al primo pit stop. La partenza effettuata nel giro di verifica fuori dalla piazola dedicata in pit lane è stata giudicata dunque pericolosa.

Immagine

7/53 – Giro veloce per Hamilton: 1’40”056! 7 decimi guadagnati su Bottas, 1”3 su Verstappen.

6/53 – Subito duello tra Albon e Norris nelle retrovie con Norris che si prende la 17° posizione.

6/53 – Via, bandiera verde, riparte la gara!

5/53 – Ancora Safety Car in pista, ma rientrerà al termine di questo giro. Leclerc in ottava posizione e sembra sia tutto ok sulla sua monoposto dopo l’impatto con Stroll.

Giro 3/53 – Safety Car. Andiamo a vedere la classifica. Come vedere anche dalla grafica, pit stop effettuato per Russell, Albon e Norris che hanno deciso di montare gomma Hard.

1/53 – Carlos Sainz va lungo in curva-2, costretto a seguire il percorso FIA per un rientro in pista sicuro, va a picchiare contro il muro. Contatto invece tra Leclec e Stroll. Incidente di gara all’uscita di curva-4. Leclerc prosegue senza problemi, gara finita per Stroll.

1/53 – Incidente nelle retrovie, coinvolti Stroll e Carlos Sainz Jr. Subito Safety Car.

Giro 1/53 – Bottas ci prova subito alla staccata di curva-2 ma arriva lungo, lungo anche Verstappen costretto a riaccodarsi. 1° Hamilton, poi Bottas e Verstappen.

13:13 – Via inizia il Gp di Russia!

13:10 – Inizia il giro di formazione!

13:08Ed eccole le mescole. Nella top ten solo Bottas e Verstappen con gomme Medie, poi Leclerc (10° per la penalità di Albon), Stroll, Russell, Vettel, Grosjean, Giovinazzi, Magnussen e Latifi. Gomma Hard per Raikkonen e Kvyat. Albon obbligato a partire con gomma Soft.

13:06 – Manca poco oramai, a breve conosceremo le gomme scelte dai piloti per la partenza del Gp.


Pre gara

13:03 – Sette minuti al via, con il prossimo messaggio ci sposteremo sul live della gara.

12:55 – Nell’immagine viene evidenziato l’errato punto scelto da Lewis Hamilton per effettuare la prova di partenza poco fa. Pilota a rischio multa non di più

Immagine

12:50Pit lane chiusa, andiamo a dare uno sguardo alla griglia di partenza al netto delle penalità dopo la sostituzione del cambio per Albon e Latifi.

Griglia di partenza Gp di Sochi

12:46 – Lewis Hamilton sotto investigazione per aver effettuato una prova di partenza fuori dall’area dedicata. Britannico a rischio multa.

12:43 – Andiamo a dare uno sguardo a quelle che sono le condizioni meteo al momento a Sochi: temperatura pista 41,6°C (le più alte del weekend); ambiente 28°C; umidità 53%. Cielo sereno.

12:40 – I piloti portano le vetture sulla griglia di partenza. Nessun problema da evidenziare.

12:37 – Lo ripeto per chi non ha voglia di leggersi tutto il ‘mappazzone’ di preambolo in cima alla live: ci sono delle penalità dell’ultimo minuto. Nella notte è stato sostituito il cambio sulle monoposto di Albon (10°) e Latifi (19°), che per tale ragione saranno arretrati di 5 posizioni in griglia.

Alexander Albon (Red Bull) partirà dalla 15° casella: guadagnano una posizione Leclerc, Kvyat, Stroll, Russell e Vettel.
Nicholas Latifi (Williams) perde la posizione solo nei confronti di Raikkonen, partirà ultimo.

12:34 – Di nuovo buongiorno a tutti e buon pranzo. I piloti alle 12:30 in punto hanno iniziato a lasciare i box per i consueti giri di verifica prima di andare a consegnare le vetture ai meccanici sulla griglia di partenza. Consueti giri di out-in anche per prendere fiducia con lo stacco frizione in fondo alla pit lane.


Gp di Russia 2020: possibili strategie

Distanza di gara – Sochi – 53 giri

▪️ Iniziamo vedendo cosa consiglia Pirelli per questo appuntamento.

Ripensamento in casa Pirelli… Al termine della prima giornata di lavoro avevamo sentito affermare da Mario Isola che sarebbe stato molto difficile portare a termine la gara con una strategia ad un solo pit stop, mentre adesso sembra che sia proprio questa la tattica su cui puntare se si vuole concludere il Gp nel minor tempo possibile. La casa milanese prevede che le squadre cercheranno di orientarsi sulla strategia ad uno stop anche perché effettuare una sosta addizionale a Sochi potrebbe risultare per i piloti molto penalizzante considerando che il limite di velocità in pit lane è di soli 60 km/h.

La strategia più veloce è quella che prevede un primo stint su Red Soft C5 di 12 giri per terminare la gara con White Hard C3 (41 giri). Si potrà anche scegliere di utilizzare la Soft per 14 giri per passare a Yellow Medium C4 per i restanti 39 giri, strategia valutata altrettanto veloce (commento dopo).
Leggermente più lenta di queste, ma che permetterà ai piloti di non curarsi troppo della gestione dello pneumatico, è la strategia Medium-Hard: Yellow medium C4 per 22 giri e White hard C3 per 31 giri.
Infine, la tattica a due soste più veloce prevede il doppio utilizzo della Soft (12 giri ciascuno) e uno su Medium, possibilmente utilizzando la mescola Medium nello stint centrale (29 giri).

Immagine
Stretegie consigliate dalla Pirelli

▪️ Le strategie del Sasso

Mi trovo sicuramente molto d’accordo con la Pirelli sul fatto che la strategia ad un pit stop sia quella più veloce, tuttavia non credo che questa possa risultare essere S-H nè S-M. Per il sottoscritto, se si vorrà realmente andare fino in fondo passando una sola volta in pit lane, bisognerà scegliere una tattica M-H e in questo senso Verstappen e Bottas sono sicuramente avvantaggiati (gli unici all’interno della top ten a poter effettuare una strategia simile). Strategia invece su cui potrebbero e dovrebbero puntare i piloti che partiranno oltre la 5° fila… Oggi sarei molto sorpreso nel vedere Leclerc o Vettel effettuare una partenza su gomma Soft, anche perché è prevista una sessione più calda rispetto a ieri.

Concentriamoci dunque su che tipo di gara potrà essere per i piloti che partiranno con gomma Soft (come Hamiton ad esempio). Certamente il primo stint sarà cruciale per l’esito della gara. La Pirelli si attende che la gomma Media possa mantenere le sue performance invariate per 39 giri, cosa che sinceramente vedo un po’ difficile trattandosi di una C4 (simile ad una vecchia UltraSoft 2018), tuttavia l’asfalto liscio di Sochi potrebbe risultare poco aggressivo sulle gomme, anche se ripeto, non ricordo una differenza così marcata a livello di degrado tra HyperSoft (Soft C5) e UltraSoft (Media C4) nel 2018 (circa 15 giri contro 39 stando alle previsioni Pirelli per la gara odierna). Le cose per me sono due: o la Soft garantirà una durata maggiore di 15 giri, senza manifestare un degrado importante, o la Media non sarà in grado di fare 40 giri. Poi posso anche sbagliarmi per carità.

Immagine
Gomme rimaste a disposizione dei piloti

Sicuramente, fossi nella mente degli strateghi e volessi tentare di fare un solo pit stop partendo con la Soft, non andrei di certo a montare la mescola gialla, ma opterei per la Hard. Comunque visto che a Sochi non si possono escludere interventi da parte della Safety Car, va tenuto a mente anche quest’aspetto. Una SC al momento giusto, permetterebbe ad esempio a Hamilton di ammortizzare un eventuale secondo pit stop senza perdere alcuna posizione, soprattutto se si rendesse necessario un suo ingresso nella seconda parte della gara.

Da Hamilton mi attendo due possibili tipologie di gare: qualora riuscisse a mantenere la prima posizione allo start potremmo vederlo pittare per montare la Hard ed andare fino alla fine in gestione, mentre se si ritrovasse alle spalle di Bottas, o eventualmente Verstappen, potrebbe tentare di andare su una strategia più aggressiva montando un treno di Medie, sperando magari in una SC che gli permetterebbe, come dicevamo prima, di annullare il tempo della sosta (in quel caso le strategie si appiattirebbero tra Hamilton, Bottas e Verstappen: tutti e tre hanno due treni di medie a disposizione per la gara, anche se usate). Si preannuncia una gara piuttosto interessante.


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – Formula Uno – Pirelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui