Vettel torna sull’errore di Leclerc: “Giusto arrabbiarsi, ha sbagliato”

1
Gp Turchia 2020: Sebastian vettel, Ferrari, terzo al traguardo

Vettel torna sull’errore di Leclerc: “Giusto arrabbiarsi, ha sbagliato”


Sebastian Vettel e Charles Leclerc hanno terminato il Gp di Turchia nella top-3 driver che sono riusciti a recuperare il maggior numero di posizioni durante la gara. Al primo posto troviamo Carlos Sainz Jr (McLaren) che scattato 16° è riuscito a risalire fino al 5° piazzamento (11 posizioni recuperate). Secondo e terzo, a parimerito, i due Ferraristi, che terminando e sono riusciti a guadagnare ben 8 posizioni rispetto al via. Menzione speciale per Norris (McLaren) che da 15° ha chiuso (7 in tutto nel suo caso). Sappiamo però come questo non sia stato d’aiuto a Charles Leclerc, apparso veramente a pezzi la scorsa domenica sera a causa dell’errore commesso nelle ultime curve che gli è costato la seconda posizione finale.

Un tentativo di consolazione, forse anche ben riuscito, è arrivato da Sebastian Vettel che nel ring delle interviste aveva dichiarato: Il fatto che Leclerc abbia perso il podio è irrilevante. La Turchia è sempre stata per me un posto speciale, è dove ho iniziato la mia carriera in F1, e guardandomi indietro, ora che ho Charles come compagno di squadra, devo dire che spesso mi rivedo in lui. Podio perso? Più tardi gli parlerò e gli dirò che oggi non era importante. È giovane, è veloce, ha tanti anni di carriera davanti a sé. Salirà ancora molte altre volte sul podio, ne sono sicuro riporta il sito ufficiale della Formula Uno.

La SF1000 di Charles Leclerc al termine del Gp tenutosi a Istanbul

“Ora è giusto che sia arrabbiato ha continuato il tedesco. Ha perso il podio per un errore che ha commesso, quindi è abbastanza normale. Avrà altre occasioni in futuro per rifarsi. Gli auguro di avere una carriera brillante e sarò felice per tutti i risultati che otterrà in futuro. È un bravo ragazzo. La gara è stata molto dura. Ognuno di noi guidava costantemente sul filo di lana, ad un passo dal perdere la vettura e non vedere mai il traguardo. Ovviamente, nel suo caso, quando commetti un errore all’ultimo giro, senza possibilità alcuna di rimediare, è molto più doloroso”. Parole sentite quelle di Sebastian Vettel che dopo il podio ne ha avute per tutti (leggi qui anche il pensiero espresso in merito al settimo titolo conquistato da Lewis Hamilton).

Leclerc è un talento puro, un diamante grezzo in fase di lavorazione. Personalmente, come ho avuto già modo di dirvi nel corso di questa settimana, sono felice che Charles ci abbia provato. Apprezzo molto il fatto che il monegasco non si sia arreso e abbia cercato di ottenere il secondo gradino del podio. Purtroppo ha osato troppo, ma imparerà da questo e tornerà più forte. Come detto da Sebastian le occasioni per dimostrare il suo valore non gli mancheranno. A cominciare dal Gp del Bahrain, dove lo scorso anno mancò la vittoria a causa di un problema ad un cilindro che lo rilegò in terza posizione. Ripetere lo stesso risultato sarebbe quasi un miracolo, ma tutto dipenderà da come si comporterà la macchina sul circuito di Sakhir. Purtroppo, le alte velocità di punta non sono state certo un punto di forza della Rossa sino a questo momento…


AutoreMarco Sassara – @marcofunoat

Foto: Ferrari – F1

1 commento

  1. In Bahrain lo scorso anno la Ferrari aveva trovato un ottimo grip, forse complice un certo tipo di asfalto. Non credo possa vincere, dovrebbe accadere l’imponderabile. Sicuramente sarà un’ottima occasione per verificare i nuovi aggiornamenti a temperature ambientali “normali”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui