F1 Esports Series 2021 – Round 6: Red Bull cala il tris

La prima metà di stagione si chiude con il Gran Premio del Belgio, in quel di Spa-Francorshamps.

Uno dei circuiti più affascinanti al mondo, considerato come l’università della F1. Tuttavia, la controparte virtuale sul software Formula 1 2021 non risulta così esaltante. I piloti si sono spesso lamentati negli anni e, nonostante alcune piccole modifiche ai tracciati in questa edizione, urge bisogno di piste laser-scanned.

Dopo questa breve parentesi, torniamo alla cronaca del sesto appuntamento stagionale, il quale mette la parola fine sulla prima metà di stagione.

La qualifica è stata protagonista, ancora una volta, di colpi di scena durante il Q2. Jarno Opmeer, per la 3° volta in questa stagione non riesce ad accedere al Q3, pagando a caro prezzo un errore all’ingresso della Bus Stop durante il suo ultimo tentativo.

Problemi in qualifica anche per il vincitore del Gran Premio d’Italia nella giornata di ieri, Marcel Kiefer. Il pilota Red Bull deve accontentarsi della 12° posizione di partenza, in seguito ad un Q1 incoraggiante.

Nel Q3 il protagonista assoluto è David Tonizza. Il campione del 2019 torna in auge con un giro strabiliante nel finale di sessione, mettendo a segno la pole, la quale mancava in casa Ferrari dal GP d’Italia della passata stagione.

Beffato per pochi millesimi Frederik Rasmussen. Il danese era dato tra i piloti più in forma per l’appuntamento belga, nel quale può vantare un secondo posto come peggior risultato in qualifica dal 2019 a questa parte.

In questi anni, il King of Spa della categoria è sempre stato Daniel Bereznay. L’ungherese passato alla McLaren in questa stagione, ha all’attivo 2 vittorie consecutive (2018, 2019) ed un secondo posto nella passata stagione. Ma la musica sembra essere diversa per Dani, reduce dalla partenza più difficile nella sua carriera. Malgrado ciò, dopo essersi salvato nel Q1, qualificandosi come 15°, il veterano della categoria è riuscito a piazzare la sua MCL35 in 5° posizione per la partenza della gara.

Da segnalare, inoltre, la 10° posizione di Lucas Blakeley. L’inglese di casa Aston Martin Esports si è qualificato senza un tempo cronometrato, dopo aver annullato il suo unico tentativo veloce in curva 12.

F1 Esports Series
F1 Esports Series: partenza Gp del Belgio 2021

Poche ore dopo è tempo di gara. Il cielo, come spesso accade a Spa, è diventato grigio, ed una fitta pioggia accompagna i piloti per i 15 giri da percorrere.

Molto interessanti le scelte strategiche effettuate sugli pneumatici di partenza: nella top ten l’unico a scattare con gomme Intermedie è Rasmussen, ma dall’11° posizione in giù sono tutti con la medesima scelta. Gomma Full Wet, dunque, per il resto della griglia.

L’azzardo di Rasmussen non ha pagato nelle prime fasi di gara, scalando dalla 2° posizione di partenza all’8°.

Partenza incredibile per Brendon Leigh, il quale è passato nel giro di poche curve dall’8° posizione alla 4°.

Nelle prime fasi si scatena anche Daniele Haddad, in rimonta dalla 9° posizione a suon di giri veloci.

Nonostante il gruppo di piloti su gomma Full Wet, guidato da Tonizza, stesse scappando via, le condizione della pista sono migliorate prima del previsto, dando ragione ai piloti partiti con l’Intermedia.

A pochi giri dal termine, quando tutti i piloti hanno montato la mescola a banda verde, Rasmussen si è trovato in testa alla gara, con un vantaggio di una manciata di secondi sul compagno di squadra Kiefer.

All’inseguimento di quest’ultimo ci sono Jarno Opmeer e David Tonizza, sceso in 4° posizione dopo aver effettuato il pit stop.

L’olandese volante della Mercedes è riuscito a gestire le gomme in maniera più efficace rispetto a Kiefer, in netta difficoltà. L’italiano sulla Ferrari, contrariamente, non ha dovuto gestire, avendo gomme con meno giri sulle spalle.

Ne deriva che il Red Bull Racing Esports ottiene il 3° successo di fila (2 con Rasmussen e 1 con Kiefer), mettendo a segno una sorta di hat-trick in questo 2° evento. Malgrado ciò, ancora una volta, è sfuggita la doppietta nel corso dell’ultimo giro, ma Kiefer è riuscito ad arrivare in 4° posizione, portando a casa punti pesanti nei confronti di Mercedes-AMG Esports, la quale vede Moreno fuori dai punti per un danno all’ala anteriore.

Grazie a questo risultato, Red Bull Racing Esports aggancia a 140 punti in testa alla classifica la scuderia anglo-tedesca, mettendo “una pezza” alla brutta partenza dei bi-campioni.

Per quanto riguarda la classifica piloti, il podio conquistato da Opmeer gli permette di allungare in classifica su Lucas Blakeley, 6° al traguardo, seppur con una buona rimonta.

Anche Rasmussen torna di prepotenza in lizza per il titolo, eguagliando i 2 successi stagionali di Opmeer. Il danese è ora a quota 78 punti, a 23 lunghezze dal leader.

Menzione speciale per Sebastian Job, per la seconda volta consecutiva in top ten, dopo un inizio senza punti nel 1° evento per l’AlphaTauri. Il suo compagno di squadra, Joni Tormala, ha optato per la strategia inversa, cosa che gli ha negato un possibile piazzamento a punti, sebbene quest’ultimo sia arrivato a Silverstone.

L’F1 Esports Series torna con il prossimo evento il 24 e 25 novembre.


Autore: Antonio Fedele – @_antoniofedele_

Foto: F1 Esports Series

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
6,123FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Abu Dhabi
cielo sereno
27 ° C
28.1 °
26.1 °
63 %
3.1kmh
0 %
Mer
27 °
Gio
27 °
Ven
27 °
Sab
26 °
Dom
26 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings