Red Bull lavora sui segreti Mercedes

L’ultimo Gp di F1 ha messo in evidenza una Mercedes rinvigorita e una Red Bull stranamente sottotono. Il team di Stoccarda si era preparato adeguatamente alle sfide offerte dal circuito turco ed è stata in grado di offrire delle buone performance sin dalla prima sessione del venerdì (ne parliamo anche qui). La squadra austriaca invece si è ritrovata a lottare sin da subito con l’assetto della vettura e queste difficoltà poi si sono rivelate uno svantaggio poi una volta ritrovatisi ad affrontare qualifiche e gara.

Gli alti esponenti del team di Milton Keynes però non credono che quanto visto ad Istanbul sia soltanto figlio di una migliore gestione di set-up. La W12 era velocissima sul rettilineo, con Helmut Marko che è tornato a parlare di un vistoso salto prestazionale da parte della power unit realizzata a Brixworth. Nulla di illegale sia chiaro, ha affermato l’ex pilota austriaco, però comunque qualcosa non quadra. Dopo Silverstone i progressi son stati via via sempre più evidenti.

F1
La Red Bull di Sergio Perez in azione sul bagnato ad Istanbul, Gp Turchia 2021

Lo svantaggio, durante il Gp, lo si è notato soprattutto a vettura scarica. Il manager di Graz fa notare come Lewis Hamilton mentre ha incontrato delle difficoltà nell’avere la meglio dell’AlphaTauri di Yuki Tsunoda nelle prime fasi di gara, è poi riuscito a superare Pierre Gasly come se nulla fosse alcuni giri più tardi.

Red Bull è decisa a vederci chiaro. Qual è il segreto di questo aumento di prestazione? Si tratta di un incremento fornito solamente dal propulsore, oppure sono riusciti a migliorare tutto il pacchetto dell’auto? Marko non utilizza mezzi termini: bisogna individuare il loro segreto per essere in grado di contrastarli.

F1
Valtteri Bottas (Mercedes) guida la gara davanti a Max Verstappen (Red Bull), Gp Turchia 2021

Il vantaggio mostrato tra Russia e Turchia è stato tale da aver impaurito gli uomini Red Bull. Qualora tali performance fossero replicate su altre piste il campionato potrebbe esser pericolosamente compromesso.

Restano 6 appuntamenti al termine della stagione e di questi solamente le caratteristiche del tracciato messicano e brasiliano potrebbero mettere in risalto le doti della RB16B. Le restanti gare, a cominciare dal prossimo appuntamento ad Austin (22 – 24 ottobre) potrebbero tornare ad essere un feudo Mercedes.


F1-Autore: Marco Sassara – @marcofunoat

Foto: Formula Uno – Red Bull – Mercedes

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
4,128FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Austin
cielo coperto
9 ° C
11.2 °
8.3 °
39 %
2.1kmh
100 %
Sab
11 °
Dom
20 °
Lun
20 °
Mar
22 °
Mer
20 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings