Sul serio dopo vent’anni avremo una griglia di partenza senza Kimi?!

All’indomani di un mondiale di F1 che si è concluso con non poche polemiche ed una volta placati i clamori, i tifosi hanno potuto mettere a fuoco che effettivamente sì, è successo: Kimi Raikkonen ha salutato la massima categoria del motorsport. E non importa quale scuderia supportiate, Kimi resta sempre Kimi. Inutile star qui a snocciolare le glorie del suo luminoso passato, perché quasi venti anni in F1 parlano già da soli, ma perché privarsi del gusto di annoverare un elenco di più di 100 podi conquistati, circa 350 gran premi disputati, ed un titolo mondiale conquistato con la Scuderia Ferrari nell’oramai lontano 2007?! 

E perché no, aggiungiamo anche una ventina di vittorie ed altrettante pole position, male non farà. Il pilota finlandese saluta dunque il Circus alla veneranda età di 42 anni, probabilmente con solo una nota negativa: l’amaro in bocca lasciatogli dal non aver potuto prendere parte alla sua “ultima Monza” causa Covid lo scorso settembre; ma in fondo chi può dirlo, il marchio di fabbrica Iceman impone che non sia fatto alcuno sfoggio di emozioni e sensazioni, o forse ancora più probabile che l’unico “amaro in bocca” che gli sia rimasto sia stato quello che effettivamente ha bevuto per festeggiare il termine dell’isolamento forzato post Covid

E così colui che fino a poco tempo fa occupava un sedile all’interno della Scuderia Alfa Romeo Racing insieme ad Antonio Giovinazzi, ad oggi è diventato per sua stessa definizione “retired”, pensionato, come recita la bio di Instagram sul suo account ufficiale. Difatti il pilota che “sa sempre cosa fare” e che perciò vuole “essere lasciato solo”, è stato salutato dalla sua scuderia con una ironica livrea in suo onore: “Dear Kimi, we will leave you alone now”, e di fatto è proprio quello che succederà. 

F1
il messaggio dedicato a Kimi Raikkonen dalla scuderia Alfa Romeo Racing

Ebbene sì perché stando alle sue ultime dichiarazioni, il suo piano per il futuro è proprio non avere piani per il futuro e che tuttavia al momento desidera soltanto avere più tempo per stare accanto alla sua famiglia ed ai suoi cari. In conclusione, alla domanda “Come pensi che sarai ricordato?” risponde in perfetto stile Iceman affermando che non gli importa affatto se qualcuno lo ricorderà o meno e che anzi, non ha rimpianti rispetto alla sua carriera in quanto i traguardi raggiunti in F1 sono ciò che conta, mentre quello che potrebbero dire o pensare gli altri sono solo banali congetture che lasciano il tempo che trovano. 

Ad alcuni inguaribili romantici tifosi piace pensare che in fondo questo carrozzone gli mancherà nonostante tutto, ma state pur certi che se così dovesse essere, Iceman non lo farà mai trapelare. 


F1-Autore: Silvia Napoletano

Foto: Alfa Romeo Racing

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
5,421FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Austin
cielo sereno
23 ° C
24.1 °
21.8 °
88 %
1.3kmh
0 %
Mar
39 °
Mer
40 °
Gio
39 °
Ven
39 °
Sab
35 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings