martedì, Luglio 23, 2024

L’auto accusa di Wolff svela pressioni dirette e indebite

Sono destinate a fare rumore, eccome, le parole di Toto Wolff, il potente team principal di Mercedes F1 Team, a margine di quanto accaduto a Yas Marina. Ma non ci riferiamo alle accuse roventi verso il direttore di gara del quale ha chiesto esplicitamente la testa. Ne della preannunciata assenza al gala FIA, sempre per protestare contro Masi, divenuto d’improvviso la causa di tutti i mali del mondo.

Semmai ci riferiamo ad una sorta di autoaccusa che stupisce non tanto per la disanima, assai condivisibile, quanto per chi l’ha pronunciata, appunto uno dei colpevoli eccellenti, cioè proprio Toto. Stiamo parlando dei continui colloqui (chiamiamoli senza eufemismi pressioni) di Red Bull e Mercedes nei confronti del direttore di gara Michael Masi, andati in mondovisione per tutta la stagione e acuitisi proprio durante gli ultimi e decisivi gran premi.

Non stiamo a sottolineare i tanti interventi a gamba tesa degli uni e degli altri, sono ben presenti a tutti coloro che hanno seguito i vari Gran Premi di questa intensa annata. Rimarchiamo che, fra le altre cose, addirittura ad un certo punto la Federazione ha vietato ai team principal di andare da Masi durante le corse. Scelta presa perché, evidentemente, c’era stato più di un “abuso”.

F1
Michael Masi, racing director della F1 sul rettilineo principale di Silverstone, Gp Gran Bretagna 2021

In tempi recenti, il primo a tuonare contro le pressioni dirette e indebite al direttore di gara era stato Ross Brawn, direttore generale della F1. L’insolito alleato quello che proprio non ti aspetti è Wolff. Ecco le parole, a dir poco sorprendenti del tema principal: “Sono d’accordo con Ross, ma allo stesso modo do la colpa a lui e a me stesso perché siamo stati parte del processo decisionale per trasmettere maggior trasparenza ed intrattenimento per i fan. Abbiamo voluto concedere ai tifosi la possibilità di vivere la gara anche attraverso questi momenti, ma penso che abbiamo superato il limite.

Devo rimproverare me stesso e Christian (Horner ndr), per averci consentito di parlare direttamente con il direttore di gara, combattendo così ferocemente per gli interessi delle nostre squadre. Tutti noi abbiamo esagerato. Questo è stato uno dei fallimenti di quest’anno: rendere complessa la vita del Direttore di Gara sotto la pressione dei team principal. Dobbiamo fare un passo indietro. Nemmeno i direttori sportivi dovrebbero esercitare alcuna pressione. Al massimo”, ha concluso il team principal della stella a tre punte, “dovrebbero segnalare situazioni che il direttore di gara, o i suoi colleghi, potrebbero non aver notato, ma senza fare pressioni”.

F1
l’austriaco Toto Wolff, team principal e comproprietario di Mercedes AMG F1 Team, ai microfoni durante il fine settimana del Gran Premio degli Stati Uniti edizione 2021

Parole sacrosante e non ha senso, in questo momento indicare il dito, quanto la luna. Che sia necessaria una stretta, da questo punto di vista, è un fatto assodato. Soprattutto quando due team se le danno di santa ragione dentro e fuori i circuiti per vincere il campionato. Resta da vedere cosa dirà la Red Bull. Ma pare assai improbabile che si discosteranno dalla linea di pensiero espressa da Brawn e rafforzata da Wolff.

La Ferrari non la citiamo, anche perché sappiamo che da anni è il team più “legalista” di tutta la F1. Qualsiasi cosa decidano i piani alti, a Maranello aderiscono entusiasti. Tornando al pronunciamento di Brawn, la gestione del rapporto fra team principal e direttore di gara, oltre alle elastiche interpretazioni del regolamento sportivo, con conseguenti sanzioni variabili, saranno le prime grane che dovrà cercare di disinnescare il neo eletto presidente FIA, Mohammed Ben Sulayem.


F1-Autore: Mariano Froldi – @MarianoFroldi

Foto: Mercedes AMG F1 Team

Articoli Collegati

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Budapest
cielo sereno
26.8 ° C
27.3 °
26.2 °
57 %
4.6kmh
0 %
Lun
27 °
Mar
32 °
Mer
29 °
Gio
28 °
Ven
30 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings