lunedì, Maggio 20, 2024

Formula Pro Series – Round 1 – Mercedes c’è

Gara di apertura in quel di Spa-Francorshamps nel nuovissimo campionato di Studio 397, la Formula Pro Series.

I 13 team iscritti (clicca qui per leggere l’anteprima) si sono dati battaglia sullo storico circuito belga durante i 60 minuti di gara.

In primo luogo, la sessione di qualifica ci ha regalato 2 differenti strategie, considerando il limite di 6 giri disponibili (outlap e inlap compresi). Proprio per questo motivo, alcuni piloti hanno optato per un doppio run con giro singolo, il quale ti permette di avere una macchina leggermente più scarica dal punto di vista della benzina. In caso contrario, è possibile effettuare 4 giri veloci o 3 interposti da un giro di cool down nel mezzo.

La prima pole position stagionale è andata nelle mani del Team RedLine, grazie al giro messo a segno da Jeffrey Rietveld. A poco più di un decimo di ritardo dal leader, Bono Huis scatta dalla prima fila, mentre la top 10 è separata da mezzo secondo. Distacchi risicati, come prevedibile in una griglia così competitiva. Infatti, entro il secondo di distacco troviamo ben 20 piloti.

Tuttavia, come spesso accade sul circuito di Spa, partire dal palo non è la scelta migliore. Rietveld non è riuscito a conservare la sua pole e l’olandese della Mercedes che scattava al suo fianco ha sfruttato la scia dopo il complesso Eau Rouge-Raidillon per passare in testa alla corsa.

Pro

Da quel momento non è stato più attaccato dal connazionale, ma la coppia di olandesi volanti ha fatto il vuoto sulla terza posizione, occupata da un brillante Liam de Waal, simracer del Wolves GR Esports.

Il Team RedLine dimostra il suo ottimo passo con la rimonta completata da Kevin Siggy (scattato dalla quinta casella), ottenendo il terzo gradino del podio dopo aver sopravanzato proprio de Waal negli ultimi giri. Quest’ultimo riesce comunque ad ottenere la quarta posizione, davanti a Patel e Jajovski.

Da sottolineare la prestazione sottotono del Red Bull Racing Esports, considerato tra i favoriti alla vigilia.

Una coppia di piloti solidi, soprattutto sulle vetture a ruote scoperte. Nonostante il buon passo dimostrato in gara, una qualifica che li ha relegati a centro gruppo ha complicato la loro corsa, costringendoli ad una strategia a due soste. Inoltre, Siebel è stato protagonista di un duplice contatto conil pilota del Musto GD Esports, Giordano Valeriano, culminato con un ritiro per entrambi i piloti.

Dennis Jordan, unico pilota della scuderia di Milton Keynes rimasto in pista, ha terminato la sua gara in dodicesima posizione, a 3 secondi dalla top 10.

Pro

Ottima, invece, la gara di Kuba Brzezinski. Il pilota polacco ha sostituito l’assente Martin Stefanko in casa Williams, ed ha dimostrato le sue qualità di guida, compiendo ottimi sorpassi durante la sua gara, conclusa in settima posizione.

Csincsik chiude ottavo, Biancolilla nono, dopo una gran lotta con il campione del GT Pro Series, Jan von der Heyde. Quest’ultimo probabilmente si aspettava qualcosa in più da questa prima gara, terminata in undicesima posizione a seguito di un leggero contatto con il pilota italiano. Di fatto, la decima piazza è andata ad appannaggio dell’altra vettura del Varga Sim Racing, ossia quella di Toman.

Bono Huis conquista dunque il primo storico successo della nuova Formula Pro Series. L’olandese ha sfruttato un’ottima partenza, unita ad un pit stop perfetto per mettere due secondi di gap sulla prima RedLine di Rietveld. Ha saputo poi gestire il vantaggio alla perfezione fino alla fine. La sua esperienza sulle monoposto a ruote scoperte si è dimostrata fondamentale, d’altronde stiamo parlando di un cinque volte campione del Formula Sim Racing, uno dei campionati di riferimento nel panorama rFactor 2.

Il circuito di Spa-Francorshamps ci ha regalato ottimi spunti di riflessione riguardo a queste vetture da 800 cavalli, capaci di generare fino a 2400 kg di carico. Ma la semplicità aerodinamica ha permesso a molti piloti di sfruttare la scia lungo i rettilinei del tracciato belga.

In questi casi, trovare il giusto compromesso aerodinamico può fare la differenza sulle prestazioni e la gestione gomme. Staremo a vedere come si comporteranno piloti e monoposto nel prossimo appuntamento, ancora con un circuito storico protagonista, stavolta in quel di Silverstone.


Autore: Antonio Fedele – @_antoniofedele_

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Miami
nubi sparse
27.2 ° C
28.3 °
26.1 °
82 %
3.1kmh
75 %
Lun
34 °
Mar
32 °
Mer
29 °
Gio
29 °
Ven
28 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings