GP Italia 2021 – Analisi statistica: Ferrari eguaglia un record che resisteva da tre decenni


A Monza è andato in scena lo storico centesimo Gran Premio d’Italia, teatro del quattordicesimo appuntamento del Mondiale di F1 2021, che ha visto la rinascita di uno dei team storici, la McLaren che ormai non vinceva da quasi un decennio e non faceva una doppietta da più di uno. In più il primo ritiro di Hamilton dopo diversi anni e un record Ferrari aggiornato dopo quasi tre decenni. Ma andiamo con ordine e scopriamo quali sono i numeri di questo round brianzolo.

QUALIFICHE

Come a Silverstone, anche nel Tempio della Velocità le qualifiche sono state anticipate al venerdì per lasciare poi spazio alla novità della stagione: la Sprint Qualifying. E a ottenere il miglior tempo del Q3, che quindi non è valsa come pole position, è stato Valtteri Bottas. Il pilota della Mercedes è tornato in vetta alla classifica delle prove ufficiali per la prima volta dal GP del Portogallo, dove ha conquistato la sua ultima pole position.

L’unica altra statistica degna di nota del venerdì è legata ad Antonio Giovinazzi che per la terza volta in carriera è riuscito a infilare due accessi al Q3 consecutivi. Gli unici suoi precedenti sono datati entrambi 2019 rispettivamente in Austria-Francia e Italia-Singapore.

F1 GP Italia 2021 - Analisi statistica
Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo Racing-Ferrari) in azione durante il GP d’Italia 2021 di F1

SPRINT QUALIFYING

Nella gara che non è gara, ma una qualifica che di qualifica ha poco, il primo a tagliare il traguardo è stato Valtteri Bottas. Il finlandese è quindi il primo a riuscire a concretizzare la “pole position” del venerdì in una vittoria della “gara” del sabato. Questo trionfo gli ha sì dato i 3 punti in palio, ma a causa delle penalità accumulate per la sostituzione della power unit, è stato arretrato in fondo allo schieramento, lasciando la vera pole position della domenica a Max Verstappen.

Osservando le variazioni di posizione, chi ne ha guadagnate maggiormente tra venerdì e sabato è stato Nikita Mazepin, salito dalla 20a alla 17a piazza. Tra quelli al traguardo, invece, è Lewis Hamilton quello che ne conta di più in discesa, essendo passato dalla seconda posizione delle qualifiche alla quinta sotto la bandiera a scacchi.

Sono poi cinque i piloti che hanno mantenuto invariate le posizioni di partenza: Bottas 1°, Norris 4°, Sainz 7°, Perez 9° e Russell 15°. Pierre Gasly è invece il primo pilota formalmente ritirato dalla Sprint Qualifying, con l’incidente avvenuto in Curva Grande al primo giro. A Silverstone si ritirò Peréz ma al penultimo giro e quindi venne comunque classificato. Il francese di AlphaTauri è anche il pilota che ha perso più posizioni in assoluto, con le quattordici lasciate per strada rispetto alla sesta conquistata al venerdì.

F1 GP Italia 2021 - Analisi statistica
Pierre Gasly (AlphaTauri-Honda) durante i pochi giri completati al GP d’Italia 2021 di F1.

GARA

Il Gran Premio d’Italia del 2021 ha rispecchiato quello della passata stagione riproponendo la vittoria di una squadra dopo tantissimi anni. Se l’anno scorso è toccato all’AlphaTauri, prima Toro Rosso, ieri è stato il turno della McLaren che ha ottenuto la sua vittoria numero 183. Il primo successo da Brasile 2012 che interrompe un digiuno che durava da 8 anni, 9 mesi e 18 giorni che per un team che aggiorna il record di interruzione più lunga per un team che ha sempre corso in F1. Il primato precedente apparteneva alla Williams rimasta a secco per 7 anni, 6 mesi e 19 giorni.

L’ultima vittoria della McLaren risaliva, come detto, al GP del Brasile 2012 al quale erano presenti (tra i piloti in pista a Monza, ndr) solo Hamilton in McLaren, Alonso in Ferrari, Pérez in Sauber, Ricciardo in Toro Rosso e Vettel in Red Bull. Era inoltre l’ultimo Gran Premio di Michael Schumacher in carriera.

Il team inglese è tornato al vertice facendo tutto in grande, completando un 1-2 che a Woking mancava addirittura da 11 anni, per la precisione dal GP del Canada 2010 con Lewis Hamilton vincitore davanti a Jenson Button. È trascorso talmente tanto tempo che i piloti in pista ieri già in attività allora erano appunto Hamilton, Alonso (Ferrari), Vettel (Red Bull) e Kubica (Renault).

F1 GP Italia 2021 - Analisi statistica
La McLaren papaya con cui Denny Hulme e Bruce McLaren conquistarono la prima storica doppietta per la squadra.

Per la McLaren questa è la 79esima vittoria con propulsore Mercedes, ma anche la prima doppietta con i colori papaya dal GP del Canada 1968, che fu addirittura il primo 1-2 della squadra. Ai tempi vinse Denny Hulme davanti al pilota-proprietario Bruce McLaren. E con il trionfo di ieri, Daniel Ricciardo è giunto a otto successi in carriera eguagliando proprio il campione neozelandese ma anche Jacky Ickx.

Il pilota australiano ha quindi a sua volta interrotto un silenzio che durava dal GP di Monaco 2018, ultimo successo in Red Bull prima di abbandonare il team a fine stagione. Con questo trionfo, Ricciardo è il secondo pilota a conquistare il primo posto con due squadre e due motoristi differenti nell’era power unit. L’unico a riuscirci prima di lui era stato Sergio Pérez (Racing Point-Mercedes e Red Bull-Honda).

La doppietta di Ricciardo e Norris è la prima in casa McLaren, senza un pilota già campione del mondo dal GP del Brasile 2005, quando Juan Pablo Montoya precedette Kimi Raikkonen sotto la bandiera a scacchi. In più, questa è anche la prima doppietta più tardiva in una stagione dal 2012. La squadra inglese è infatti la prima a completare un 1-2 nel 2021, arrivandoci alla quattordicesima gara. Ai tempi, invece, fu la Red Bull a segnare la doppietta in Corea, al sedicesimo appuntamento in calendario.

F1 GP Italia 2021 - Analisi statistica
La McLaren festeggia il ritorno al successo dopo 9 anni e la prima doppietta dopo 11 stagioni.

Passando agli altri, al 25° giro abbiamo assistito al contatto tra i contendenti al titolo Max Verstappen e Lewis Hamilton che ha decretato il ritiro di entrambi i piloti, dopo essersi incastrati tra loro e incagliati nella sabbia della prima variante. Per il sette volte iridato si chiude qui una striscia di 61 gare consecutive senza ritiri (escludendo Sakhir 2020), che durava da Austria 2018. Se bisogna invece considerare l’ultimo ritiro legato dell’inglese per incidente, bisogna tornare indietro a Spagna 2016, con il contatto tra lui e Nico Rosberg al primo giro.

Una statistica particolare vuole che negli ultimi sette ritiri di Hamilton a vincere sia sempre stato un pilota o ex della Red Bull. Ricciardo ha infatti trionfato ieri con McLaren e in Canada e Belgio 2014 e Malesia 2016 con Red Bull. Verstappen ha conquistato la sua prima gara in F1 proprio in Spagna 2016, vincendo poi anche in Austria nel 2018. L’altro pilota è invece Sebastian Vettel che ha vinto a Singapore nel 2015, anche se al volante della Ferrari.

F1 GP Italia 2021 - Analisi statistica
Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull-Honda) dopo il contatto al giro 25 del GP d’Italia 2021 di F1.

Con il successo della McLaren di ieri si aggiornano due statistiche negative, rispettivamente una per Mercedes e una per Ferrari. Dall’ultimo trionfo della casa tedesca hanno vinto Alpine, Red Bull e McLaren e mai prima di ora, nell’era power unit, tre squadre erano riuscite a conquistare il primo posto tra due vittorie consecutive della Mercedes. In precedenza solo Ferrari-Red Bull nel 2018 e Racing Point-Red Bull nel 2020 si erano frapposte tra due primi posti anglo-tedeschi.

Per quanto riguarda Ferrari, invece, sei team (per adesso, ndr) non vincevano tra due conquiste della Rossa dalle stagioni 1982-1983. Infatti dall’ultimo trionfo targato Vettel a Singapore 2019 hanno festeggiato: AlphaTauri, Racing Point, Mercedes, Alpine, Red Bull e McLaren. Ai tempi tra la vittoria di Germania 1982 e quella di San Marino 1983 avevano trionfato Lotus, Williams, Renault, Tyrrell, McLaren e Brabham.

Continua ad aggiornarsi, invece, il ruolino di marcia negativo anche per Red Bull a Monza. Dopo il primo posto conquistato da Sebastian Vettel nel 2013, la scuderia austriaca non ha più ottenuto un podio davanti al pubblico italiano, avendo come miglior risultato il quarto posto di Ricciardo del 2017.


F1-Autore: Marco Colletta – @MarcoColletta

F1-Foto: Alfa Romeo Racing – Scuderia AlphaTauri – McLaren F1 Team – F1

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

3,584FansLike
1,032FollowersFollow
3,999FollowersFollow

Meteo Prossimo GP

Sochi
poche nuvole
18.9 ° C
19.1 °
18.9 °
55 %
4.2kmh
14 %
Ven
19 °
Sab
16 °
Dom
19 °
Lun
18 °
Mar
20 °
- Advertisement -

Latest Articles

- Advertisement -
Change privacy settings