domenica, Giugno 16, 2024

F1, GP Monaco: Ferrari guadagna in staccata. Red Bull ottima in trazione

Leclerc domina il venerdì di F1 a Monaco. A casa sua il pilota della Ferrari ha messo da subito in chiaro le volontà del weekend: vincere per realizzare un sogno. In pista la sua vettura era molto precisa, consentendo una guida in linea generale senza correzioni. La foga mostrata dal ferrarista è degna di chi vuole ad ogni costo dare il massimo, come dimostra la rabbia quando il traffico gli ha impedito di effettuare un crono probabilmente sotto il muro degli 11 secondi. Altro venerdì complicato per la Red Bull.

Team austriaco che conferma qualche problema relativi al front-end come si è visto ad Imola. I tecnici hanno scelto un set-up che per il momento non è stato ancora ottimizzato, sebbene le potenzialità siano molto alte. Difficoltà emerse che possono essere curate con il fine tuning nella giornata di domani. Hamilton e Alonso invece, chiudono rispettivamente in seconda e terza posizione le Fp2 sulla pista del Principato. I due veterani hanno mostrato tutta la propria esperienza, offrendo un primo rendimento interessante che anche in questo caso, come per la Ferrari, dovrà essere confermato nella giornata di ieri.

F1, GP Monaco T1: Ferrari posticipa la staccata al casinò

Senza altri indugi entriamo nello specifico e visualizziamo cosa rivelano i dati GPS. Hamilton raggiunge la velocità più alta in curva 1, sfruttando una vettura che, come vedremo in tutto il giro, possedeva una mappa motore più spinta. Alla Santa Devota Leclerc ottimizza la fase di staccata, posticipando il punto di corda. Rispetto al suo prossimo compagno di squadra, considerando come errato il dato GPS di Verstappen, Charles raggiunge prima il 100% del gas. Inoltre sfrutta in modo più efficiente la potenza ibrida, nella salita che porta verso il casino.

Ferrari F1
telemetria T1 – Fp2 GP Monaco 2024

In curva 3 si nota nuovamente uno stile differente in fase di staccata. Il monegasco, che nel corso delle prove ha chiesto una modifica nel bilanciamento di frenata, mostra una fiducia superiore. Come denota il grafico del gas, Charles posticipa notevolmente la frenata di curva 4, restando con la farfalla aperta per un periodo più ampio. Tuttavia, questo approccio ha costretto il pilota di casa ad un’uscita di curva più lenta verso il secondo settore.

F1, GP Monaco T2: RB20 ottimizza la trazione nel lento, ingresso deficitario

Nella sezione più lenta della pista tra curva 5 e curva 8, Leclerc predilige nuovamente la fase di staccata trovandosi costretto a sacrificare, in parte, l’uscita. La RB20 invece sembra abile nel massimizzare il proprio rendimento proprio in trazione. Sebbene la monoposto austriaca non fosse perfetta in inserimento, la messa a punta studiata dai tecnici facilitava i piloti nello scaricare a terra la potenza. Sfruttando questa imporrante caratteristica della monoposto, Verstappen ha fatto registrare le velocità migliori nei brevi allunghi dopo le curve.

Nei rettilinei invece, la macchina di Max era vistosamente giù di potenza. Come si può osservare la linea di velocità della vettura numero 1 è più bassa rispetto le altre, a causa di una mappa ibrida meno spinta. Infatti, da metà rettilineo le linee della Mercedes W15 di Lewis Hamilton e della Ferrari SF-24 di Leclerc divergono, rispetto quella di Verstappen, grazie ad un supporto elettrico maggiore.

Ferrari F1
telemetria T2 – Fp2 – GP Monaco 2024

Prima della chicane del porto, Hamilton ottiene ancora una volta il riscontro migliore, ma anticipa la staccata rispetto Leclerc. La rossa numero 16 mantiene il trend mostrato nelle curve precedenti e nelle gara di inizio stagione sfavorendo l’uscita. Lewis è il più efficace dopo curva 11 ed è il migliore nel rettilineo che porta verso la curva del tabaccaio. Il sette volte iridato mantiene una media migliore anche se Verstappen ha raggiunto il 100% del gas prima di lui.

F1, GP Monaco T3: Leclerc in fiducia ritarda le staccate con la Ferrari

I valori analizzati nelle prime due sezioni non variano di molto nell’ultimo terzo della pista. Leclerc con la sua Ferrari mantiene un’impostazione di curva che favorisce l’ingresso, sia dopo le piscine che alla Rascasse, mentre Hamilton e Verstappen sono migliori in uscita. Alla 16 il monegasco aveva un approccio del tutto differente rispetto agli avversari. La fiducia più alta rispetto ai competitor gli ha permesso di posticipare notevolmente il punto di staccata e di riflesso ottenere allo stesso modo le velocità minime migliori all’apice delle pieghe.

Ferrari F1
Telemetria T3 – Fp2 – GP Monaco 2024

Anche nel rettilineo finale non cambiano i valori, con Hamilton che effettua una prestazione migliore sfruttando la potenza a diposizione. Ferrari ha iniziato il weekend di Monaco con una vettura studiata per vincere. Nelle mani di Leclerc la SF-24 è veloce quanto precisa e permette al monegasco di fare la differenza in fase di frenata. Solo con lo studio dei dati, i performance engineer assieme al pilota capiranno se mantenere questo approccio anche per domani. Ad ogni modo la strada intrapresa sembra essere quella corretta per il Cavallino Rampante.


Autori e grafici: Alessandro Arcari – @berrageiz – Leonardo Pasqual – @PasqualLeonardo

Immagini: Scuderia Ferrari – F1TV

Articoli Collegati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Resta Collegato

3,584FansMi piace
1,032FollowerSegui
7,558FollowerSegui
- Advertisement -

Meteo Prossimo GP

Montréal
cielo coperto
17.4 ° C
17.9 °
15.8 °
55 %
2kmh
100 %
Dom
21 °
Lun
29 °
Mar
33 °
Mer
33 °
Gio
33 °
- Advertisement -

Ultimi Articoli

- Advertisement -
Change privacy settings